Fabio Venturi si dichiara innocente

Venturi è sorpreso, tranquillo, disponibile a essere sentito: “Conosco Nicotra e ho parlato con Pasini del Tiffany, non per qualche interesse particolare  E’ che conosco i titolari e anche residenti in zona che si lamentavano dei rumori. Ho chiesto a Pasini i dati della situazione e ho spiegato al titolare cosa doveva fare per evitare le multe, non i controlli. Gli ho detto di cambiare l’impianto sonoro, di non far restare la gente all’esterno e cose così, che faccio sempre. Voglio vedere la lista dei locali della mia zona da controllare, per incrociarli con gli esposti che ho. Mai ho chiesto alla Polizia municipale di non fare controlli a quello o a altri locali né di ignorare petizioni o lamentele. Ho conosciuto l’ex vicecomandante Pasini per rapporti di collaborazione istituzionale. Per l’incarico che rivesto, mi è capitato spesso di fare da mediatore tra le esigenze dei cittadini che chiedono il rispetto della vivibilità e i locali che possono creare qualche problema. Con il Tiffany si era creata una situazione limite: i residenti erano esasperati dal disturbo dei rumori. Avrò chiesto a Pasini come ovviare al problema; la stessa cosa ho cercato di fare con i gestori. Che poi Pasini mi abbia comunicato che sarebbero usciti i controlli non era una novità: il Tiffany era inserito nell’elenco dei bar fracassoni. Con Pasini ho fatto visita al Tiffany per capire come risolvere il problema degli schiamazzi segnalato dai residenti. Gli ho consigliato di rispettare le regole.

Temo vogliano usarmi come capro espiatorio, per dare senso a una inchiesta lunghissima”.

Francesco Gobbetti, titolare del Tiffany: “Non ho pagato mazzette né fatto regali. Mai mi sono stati chiesti. Venturi mi ha consigliato di fare meno chiasso. Il Tiffany non è stato favorito: le multe pagate lo dimostrano. Mi hanno fatto perfino chiudere il locale”.

Sindaco Flavio Tosi: “L’inchiesta su Pasini è partita da una mia segnalazione. Se c’è qualcuno che non ha visto o ha fatto finta di nulla è stata l’Amministrazione precedente”.

Nel dicembre 2008 Pasini fu sollevato dal’incarico. Negli anni successivi gli esposti sortirono effetti. Nel 2009 la chiusura del locale venne anticipata alle 22 a causa, disse il comandante Altamura, “della mancanza di collaborazione dei proprietari”. Fioccarono multe e controlli. Lo stesso avvenne nell’estate 2010: raccolta di firme, proteste ed esposti al Sindaco.

Perché prima no e dopo sì? Solo coincidenze?

Pubblicità

Lascia un commento

Archiviato in Un viaggio nella Lega Nord

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...