Come mai un avviso di garanzia per Fabio Venturi, delfino del sindaco Tosi ?

Maggio 2011. Fulmine a ciel sereno: avviso di garanzia per Fabio Venturi, iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di concorso in abuso d’ufficio, per divulgazione di notizie che dovevano rimanere segrete. Entra nell’inchiesta perché, in alcune intercettazioni telefoniche, chiedeva ragguagli a Pasini che lo informava sull’arrivo di esposti, prevalentemente per rumori, contro il bar Tiffany di via Arno, in IV Circoscrizione (non è quella di cui Venturi è presidente),  o su controlli che si sarebbero dovuti effettuare “a sorpresa, diretti a verificare la regolarità della gestione del locale oggetto di lamentele per molestie sonore”. In questo modo, secondo l’accusa, si procurava al gestore del Tiffany, tramite Venturi, “indebito profitto”: evitava multe. Il tutto senza tornaconto personale per Venturi, che deve fornire spiegazioni su interventi illeciti e telefonate di favore.

L’episodio più grave è del giugno 2008: Pasini, invece di trasmettere subito all’ufficio competente un esposto pervenuto contro il baccano che proveniva dal bar Tiffany, ha deciso di attendere: il documento sarebbe stato protocollato solo il giorno successivo. Informò subito Venturi e diede parere favorevole al rinnovo dell’autorizzazione a utilizzare “impianti di riproduzione musicale” fino alle due. Comunicò a Venturi anche il calendario dei controlli al Tiffany fissato dalla Municipale. Venturi ne avrebbe parlato al titolare del locale.

Non è l’unica occasione in cui Pasini avrebbe rivelato a Venturi informazioni sul Tiffany. Notizie sarebbero filtrate attraverso Venturi “in più occasioni, fino al 29 agosto 2008”.

Per gli inquirenti, Venturi chiedeva informazioni a Pasini per comunicarle al gestore del bar. Nella stessa occasione Pasini è accusato di abuso d’ufficio: ricevette l’esposto per musica troppo alta e lo fece sapere subito a Fabio Venturi, ma non lo comunicò all’ufficio competente. Motivo? Sapeva che il Tiffany aveva chiesto il rinnovo delle autorizzazioni  a diffondere musica fino a notte fonda e sapeva pure che la presenza dell’esposto avrebbe creato problemi. Pasini addirittura espresse parere favorevole al rinnovo sostenendo che “non erano pervenute lamentele”.

Per gli inquirenti, Pasini avrebbe spifferato a Venturi le notizie che arrivavano al comando “riguardanti il provvedimento di esposti relativi alla gestione del Tiffany nonché il programmato svolgimento di controlli a sorpresa da parte della Polizia locale”. Ispezioni che avrebbero dovuto servire “a verificare la correttezza della gestione del pubblico esercizio, oggetto di lamentele per molestie sonore in occasione di feste danzanti”. Per il gestore quelle di Venturi erano informazioni preziose: sapere in anticipo quando ci sarebbero stati sopralluoghi dei Vigili urbani consentiva un “indebito profitto patrimoniale consistente nel mancato pagamento delle sanzioni amministrative nelle quali avrebbe potuto incorrere”. In quei giorni il gestore del Tiffany aveva richiesto il rinnovo dell’autorizzazione a diffondere musica fino alle 2 di notte. Il Comune lo concesse pochi giorni dopo l’esposto trasmesso in ritardo da Pasini: il 17-6-08 Palazzo Barbieri dà parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione motivandolo con il fatto che “non erano pervenute lamentele”.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Un viaggio nella Lega Nord

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...