Archivi categoria: Infrastrutture

Notizie di gennaio 2015

Commissione consiliare comunale: il 15 febbraio Technital farà sapere se se la sente di tornare al progetto originale del traforo delle Torricelle.

Lo studio legale Cancrini, con una lettera, dichiara che, in base alla legge Salva Italia, è possibile modificare il Piano Finanziario, essendo mutate le condizioni generali dell’economia.

Al consigliere Daniele Polato, che riferisce che i 53 milioni di Serenissima non risultano nei bilanci della società autostradale, risponde l’assessore Corsi: “Questi soldi non sono a bilancio per un problema di Iva in fase di superamento. Quei soldi servono per opere collaterali: non sono determinanti”.

Le certezze sono poche. Giorgio Zanoni, dirigente settore Mobilità: “In Italia la crisi ha fermato la quasi totalità dei project financing”. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Infrastrutture, Passante Nord, Traforo Torricelle

Contributo del giornalista Alessio Corazza

Da “Il Corriere di Verona” del 10-12-14

L’idea che il progetto del traforo delle Torricelle, nato in tempi di vacche grasse, credito facile e traffico automobilistico crescente, potesse scollinare indenne gli anni della grande crisi attraverso un aggiustamento in corso d’opera, si è rivelata una pia illusione. Il pronunciamento dell’Autorità nazionale anticorruzione di Raffaele Cantone suona come un “De profundis” non solo per la gara d’appalto, ma per l’intera opera. La proposta dei promotori di poter realizzare il traforo a stralci nasceva infatti da problemi concreti e apparentemente insuperabili. “Non c’è alternativa a meno che non si voglia tornare al Cipe e aspettare un molto improbabile finanziamento dal Ministero. Ma di questi tempi non ci spererei”, diceva l’ingegner Gianfranco Zoletto, uno degli amministratori delegati della Mantovani spa, che avrebbe dovuto raccogliere il testimone da Technital una volta che dalla progettazione si fosse passati ai cantieri. Molto probabilmente è un problema di soldi: Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Infrastrutture, Passante Nord, Traforo Torricelle

ANNO 2015 . Si torna alle origini: traforo con due gallerie da realizzare in contemporanea

Lo scontro è sui soldi: a quali condizioni le banche concederanno i necessari prestiti?

Technital chiede di riscrivere il Piano Economico Finanziario (Pef) tenendo conto dei cambiamenti avvenuti, dimostrando di aver ritrovato la bancabilità.

Secondo lo studio legale Cancrini, giuridicamente si può fare.

Tre le possibili strade:

– ottenere finanziamenti agevolati, come quelli garantiti dalla Banca europea degli investimenti, facendo tesoro del diminuito costo del denaro, grazie ai tassi ribassati nell’ultimo periodo; Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Infrastrutture, Passante Nord, Traforo Torricelle

Notizie di fine anno

Emerge la decisione. Il Passante Nord con traforo sarà costruito secondo il progetto originario, con doppia galleria, una per ogni senso di marcia.

Sindaco Tosi: “Dopo l’Epifania 2015, firmeremo il contratto definitivo con Technital”.

Modificare il Pef? Il sindaco Tosi: “E’ possibile solo dopo la firma del contratto che garantirà la realizzazione dell’opera; può riguardare l’aumento dei pedaggi, opere di compensazione, o la diminuzione del costo del danaro ”. Secondo il Comune, il vecchio Pef si basava su un costo del denaro altissimo (tra il 6 e l’8%), mentre oggi è possibile ottenere prestiti a tassi più bassi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Infrastrutture, Passante Nord, Traforo Torricelle

In campo anche gli anti tunnel

Alberto Sperotto: “Technital ripropone il progetto a due canne e chiede di modificare il Pef con l’aumento delle tariffe. Ma la legge dichiara impossibili modifiche significative al Pef senza una nuova gara. Ci opporremo al tentativo di rianimare un progetto devastante per l’ambiente, inutile, insostenibile per le banche e per i Veronesi. Chiediamo il confronto serio e aperto con la città, valutando le alternative. Non è tempo di correre, dopo tanti stop per la scarsa solidità delle imprese e per la non sostenibilità del progetto. Non è obbligatorio accettare le condizioni di Technital. Vi pare possibile la gara in sei mesi, visti i tempi realizzati finora?”

Sperotto smentisce progetti, calcoli, piani finanziari presentati. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Infrastrutture, Passante Nord, Traforo Torricelle

La cordata torna in campo

Già a metà dicembre l’idea del traforo dimezzato tramonta. Technital e Mantovani propendono al traforo a due canne, come previsto dal bando originario, per evitare una nuova asta pubblica che potrebbe vedere aziende interessate a giocare al ribasso, costringendo Technital e Mantovani ad accettare condizioni meno favorevoli. Inoltre dovrebbero pagare al Comune 8 milioni per non aver mantenuto l’impegno di realizzare l’opera. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Infrastrutture, Passante Nord, Traforo Torricelle

Cosa accadrà adesso ?

Corsi: “Continuiamo a ritenere il traforo opera indispensabile per decongestionare il traffico e per lo sviluppo della città. Ci lavoriamo da sette anni. La crisi economica ha reso più difficile l’accesso al credito, mettendo in difficoltà le aziende. Aspettiamo da Technital e imprese associate una proposta concreta per andare avanti rapidamente. Per noi è preferibile tornare al vecchio progetto del traforo a due canne. Le strade possono essere due:
– o si torna al progetto originario, con le due canne. In questo caso Technital mantiene la posizione dominante rispetto ad altre imprese. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Infrastrutture, Passante Nord, Traforo Torricelle

La risposta di Cantone

Cantone risponde al sindaco Tosi, che lo accusa di aver detto una cosa e di averne scritto un’altra, ripercorrendo la vicenda: “Tosi ha presentato una soluzione alternativa per realizzare il Passante Nord: una nuova offerta, in due fasi, aperta alle ditte partecipanti alla gara per valutare eventuali proposte migliorative. Non si era concordato nulla. Abbiamo detto che l’avremmo studiata per verificare, in base alla norma, in un rapporto di collaborazione, se fosse possibile. Abbiamo stabilito che la proposta illustrataci non può essere accolta”.

Il project financing “consiste nel realizzare un’opera in assenza di finanziamento da parte dell’Amministrazione”. Il privato investe e riceve in cambio lo sfruttamento economico dell’opera. Il problema è se, come sostengono il Comune di Verona e Technital, la crisi economica è di tale gravità da consentire di cambiare il Pef. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Infrastrutture, Passante Nord, Traforo Torricelle

Dicembre 2014. Cambia tutto: No al traforo con una sola galleria.

Per Anac (Autorità nazionale anticorruzione, presieduta da Raffaele Cantone) realizzare il Passante Nord in due fasi temporali successive e distinte non è legittimo: “Mutano in modo significativo le condizioni contrattuali, con una proroga temporale (da 3,5 a 12,5 anni) della concessione e con un mutamento della tipologia dell’intervento, distinto in due fasi, che consente, in tempi brevi, di ottenere una prima remunerazione a favore del concessionario, aprendo una prima carreggiata a doppio senso di marcia”. Il Piano economico-finanziario (Pef) e termini e modalità di esecuzione del project financing non possono essere modificati rispetto alle procedure di gara del Comune”.

Tutto da rifare, quindi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Infrastrutture, Passante Nord, Traforo Torricelle

L’unico vero problema, secondo il Sindaco

Ottobre 2013. Sindaco Tosi: “Non sono in discussione i 53 milioni stanziati dalla Brescia-Padova (A4) per il Passante Nord”. E’ la risposta a quanto afferma Burchi, dirigente di Serenissima: “Il piano finanziario (Pef) deve fare i conti con il calo del traffico. La realizzazione del progetto trova difficoltà. Stiamo studiando soluzioni, impegnative in termini economico finanziari”.
Aprile 2014. Il Sindaco: “L’autostrada deve dare quei 53 milioni. Sono da chiarire tempi e modi”, legati al rinnovo della convenzione per la gestione della A4, bloccata al Ministero Trasporti. Il Pef di Serenissima e il finanziamento di cui si parla da 15 anni dipendono da questa trattativa .
Agosto. Sindaco Tosi: “Contiamo che l’approvazione del Piano industriale della A4 si chiuda in settembre, consentendo l’erogazione dei 53 milioni”. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Infrastrutture, Passante Nord, Traforo Torricelle