Archivi tag: 2009

Consuntivo 2009 ovvero la differenza fra “ciacole e fati”

Considerazioni sul bilancio Consuntivo 2009 del Comune di Verona ovvero la differenza fra “ciacole e fati”.

A differenza del preventivo, in cui si può dire di tutto e di più, il consuntivo è la fotografia di quanto successo. Alla veneta: il preventivo “po eser anca ciacole”; il consuntivo “l’è el fato”. Una analisi fredda del fatto di questa Amministrazione che si autodefinisce “del fare” rileva una sostanziale continuità dell’azione amministrativa comunale. La prima spesa rimane quella sociale; il livello dei servizi è costante; la percentuale di copertura dei costi dei servizi da parte dei cittadini è identica da anni. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Comune Verona, La saggezza della memoria, Riflessioni

Anno scolastico 2008-2009. Alcuni dati riferiti agli studenti.

– Verona: sono circa 3.000 gli studenti di nazionalità non italiana negli ultimi 3 anni; molti parlano bene l’italiano. Luciana Marconcini (direttrice didattica): “Siamo attrezzati. Forse gli studenti italiani per alcuni aspetti ci rimettono; ma imparano a rispettarsi, a rendersi conto delle difficoltà gli uni degli altri. Prestando aiuto, crescono e imparano molto”.

– Italia: è anno da record. La scuola italiana vive l’anno più multietnico della sua storia: gli immigrati erano 574.000 nel 2007; sono 614.000 nel 2008, il 7% degli iscritti. Presenza triplicata in 6 anni. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, La Scuola, Riflessioni

Crisi economica. Dramma o questione psicologica? (37)

La crisi economica: dramma per milioni di persone e di famiglie o questione psicologica?

Primi di luglio. Il governo italiano presenta il  suo “Documento programmazione economica e finanziaria” (Dpef), atteso dopo le pesanti critiche a Draghi e agli altri “catastrofisti”. Ebbene i dati sono confermati; anzi, le stime rilevano un peggioramento delle precedenti previsioni.

Per 2009 il Pil segna una diminuzione attorno al 5% Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, crisi economica, Riflessioni

Crisi economica. Dramma o questione psicologica? (36)

La crisi economica: dramma per milioni di persone e di famiglie o questione psicologica?

Decreto del governo a sostegno dell’economia. Sarà approvato in luglio. Sono norme:

A favore delle imprese:

– detassazione degli utili che le imprese reinvestono nelle imprese stesse.

– detassazione del 50% degli utili che l’impresa investe per l’acquisto di macchinari produttivi e apparecchiature. Sgravi previsti fino al 30 giugno 2010. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, crisi economica, Riflessioni

Crisi economica. Dramma o questione psicologica? (33)

La crisi economica: dramma per milioni di persone e di famiglie o questione psicologica?

Le proposte di Emma Marcegalia, presidente di Confindustria.

Denuncia (giugno 2009) che tra gli industriali la situazione è pesante:

– i fatturati sono in calo del 40-50%;

– “di cose concrete nella vita quotidiana delle aziende non c’è quasi niente da parte del governo. Non possiamo più aspettare”; Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, crisi economica, Riflessioni

Crisi economica. Dramma o questione psicologica? (32)

La crisi economica: dramma per milioni di persone e di famiglie o questione psicologica?

Il punto sulla crisi.

Aprile. Produzione industriale: un tonfo rispetto a un anno prima (- 24%) e lieve crescita rispetto a marzo (+ 1,1%). E’ inversione di tendenza? Presto per dirlo.

Un indicatore realistico è dato dai consumi nazionali di energia elettrica e di gas:

– consumi elettrici in maggio: – 7,3% rispetto a un anno prima; calo simile a quello di marzo (- 7%) e appena inferiore a quello di aprile (- 8,8%). Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, crisi economica, Riflessioni

Crisi economica. Dramma o questione psicologica? (31)

La crisi economica: dramma per milioni di persone e di famiglie o questione psicologica?

Chi ha ragione? Risposte internazionali al Berlusconi arrabbiato e ottimista:

*Angel Gurria, segretario generale Ocse, è molto preoccupato per l’occupazione giovanile. Per l’economia italiana, la previsione per il 2009 è molto negativa: il Pil è a – 5,5%. Concordano Banca d’Italia e Confindustria. Tornerà positiva nel 2010 per la crescita dell’esportazione. “Facciamo il nostro lavoro: fare stime; a volte sono positive, a volte negative: non dipende dagli uomini, ma dalla realtà. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, crisi economica, Riflessioni