Archivi categoria: Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011

Finalmente riprende il percorso verso l’approvazione del bilancio comunale 2011

da “Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011″ (20), ultima puntata.

* 11 maggio: in Giunta riprende la discussione sul bilancio 2011. Era tutto fermo dal 18 febbraio, in attesa della certezza di disporre dei soldi attraverso la vendita di quote della Fiera, utili per incassare i soldi per pareggiare le spese correnti del bilancio 2011 e pagare i servizi ai cittadini.

Solo in maggio si può concludere la questione bilancio comunale. Perché?

Il 30 aprile sono stati eletti 6 membri del CdA di Cattolica Assicurazioni. Tra essi il nuovo uomo forte: Giovanni Maccagnani, che agisce in persona del sindaco Tosi. Maccagnani già presiede alle elargizioni di Fondazione Cariverona; ora gestisce anche le elargizioni di Cattolica Assicurazioni, il cui gruppo dirigente è fortemente legato al Sindaco. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011, Riflessioni

Intervento controverso: per far soldi?

da “Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011″ (19)

Fine 2010. Mega park all’ex mercato ortofrutticolo: 60.000 mq di asfalto per 2.160 auto, a raso. Può essere di servizio per il centro. Il vice presidente della Fiera Marco Bisagno parla di una “svolta per l’economia veronese dopo la scelta di privilegiare lo sviluppo della Fiera”. Fabio Venturi: “Ora il quartiere può ripartire: nuove abitazioni, Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011, Riflessioni

Come riuscirà l’Amministrazione a trovare i 20 milioni per chiudere il bilancio?

da “Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011″ (18)

Previsioni di bilancio 2011. Progetti minori :

– strada di collegamento tra Cadidavid e via della Filanda;

–     “                   “           tra Poiano e via Valpantena;

–     “                   “           tra via Sardegna e via don Leonardi;

– manutenzione dei marciapiedi in tutti i quartieri;

– gestione di reti di acque bianche e miste;

– nuova strada a Quinzano;

– rotatoria tra le vie Da Vino, Campo Marzo e Ligabò;

– sistemazione di via Pasteur e altri interventi minori.

– Settore giardini: sistemazione del parco di Villa Pullè, di piazzale Sforni (Sacra Famiglia), di altri parchi pubblici.

Intanto si taglia,  rispetto al 2010:

– Cultura ed edilizia pubblica: – 6%

– Strade e giardini: – 3 milioni: da 13 a 9,7 Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011, Riflessioni

Previsioni del bilancio 2011. Arriveranno i soldi necessari per chiudere i conti?

da “Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011″ (17)

Previsioni del bilancio 2011. Arriveranno i soldi necessari per chiudere i conti? Da dove?
I grandi progetti
dell’Amministrazione (sempre quelli, da anni. E resteranno progetti) :

– Passante Nord con traforo

– filobus

– termovalorizzatore di Ca’ del Bue

– riqualificazione dell’ex caserma Passalacqua

– sede Vigili urbani all’ex Gasometro, con sottostante parcheggio (progetto in abbandono)

– recupero di castel San Pietro con funicolare (con Cariverona)

– Polo culturale agli ex Magazzini Generali (con Cariverona) Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011, Riflessioni

Il bilancio 2011 viene rinviato di mese in mese

da “Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011″ (16)

Da anni il Comune di Verona approva il bilancio entro il 31-12- dell’anno in corso. Lodevole conquista. Nel 2010 non è così: il bilancio 2011 viene rinviato di mese in mese: mancano circa 20 milioni. L’Amministrazione dove prenderà questi soldi per quadrare il bilancio?
La novità è di grande rilievo: i cittadini se ne accorgono ?

– Le casse comunali piangono. Mancano 17,5 milioni: 10,5 non arrivati da Roma e 7 di minori entrate.

– Vanno garantiti i servizi sociali (anziani, minori, famiglie in difficoltà, donne sole con bambini), la cui spesa nel 2010 è aumentata a 36,6 milioni, dei quali 5 avuti da Cariverona.

– Mancano circa 20 milioni per coprire il buco. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011, Riflessioni

A quando l’approvazione del bilancio 2011?

da “Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011″ (15)

I rilievi del Partito Democratico sul bilancio 2010: a quando l’approvazione del bilancio 2011?

Uboldi e Sartori, a fine aprile: “L’Amministrazione del fare ha fatto solo il 20% del promesso. Giunta del fare? Sì: del far aumentare tasse e multe e del diminuire le opere pubbliche. Lo slogan elettorale: “meno multe e più sicurezza” diventa: “più tasse, più multe, più spese”.

Precipitano gli investimenti: – 30% rispetto al 2009. Nel 2005 erano di 131 milioni; nel 2010 sono di 29, dei quali il 20% per pagare la rata del parco San Giacomo.

Le multe sono volate dalle 240.198 dell’ultimo anno della giunta Zanotto alle 389.615 del 2010, con aumento di entrate da 11 a 13,3 milioni. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011, Riflessioni

Verso il bilancio comunale 2011. Riuscirà l’Amministrazione a chiudere il bilancio?

da “Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011″ (14)

Inizio dicembre 2010: l’Amministrazione rinvia l’approvazione del bilancio 2011 perché non sa quanti soldi arriveranno dallo Stato.

Fine dicembre: il taglio per il Comune di Verona è di 10.500.000 euro per il 2011; di 21 per il 2012; di 21 per il 2013. Totale: 52,5 milioni in meno in tre anni. Servizi fondamentali a rischio.

Marzo 2011: ulteriore rinvio al 30 maggio.

Aprile 2011. Salta la rassegna cinematografico “Schermi d’amore”. Allarme in Comune per il bilancio 2011. Il termine per l’approvazione slitta al 30 giugno: sospiro di sollievo in Comune. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011, Riflessioni