Archivi del mese: ottobre 2014

La cura delle strade costa

Aprile 2014. Miglioranzi, presidente AMIA: ”Sono continue le segnalazioni di degrado e di sporcizia delle strade”.
– Nel 2013 sono stati spesi 4,4 milioni per la cura delle strade; 230.000 in meno rispetto al 2012. Conseguenza: non è possibile una pavimentazione omogenea, capace di resistere nel tempo; si asfalta a tratti. Meglio di nulla: il non intervento produce danni sempre più profondi.
Una relazione dei tecnici comunali mostra lo stato pietoso delle strade comunali.
– Anno 2014: non ci sono le risorse necessarie per mantenere a dovere le strade.
– Bertucco: “A parte alcuni interventi sui marciapiedi e una piccola cifra per le emergenze, Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in AMIA, Verona di tutti i giorni

Manutenzione strade comunali : Comune e AGSM collaborano?

Autunno 2013. Borgo Venezia – via Zeviani.  Primi di ottobre: vengono rifatte le strisce pedonali.

16 ottobre: AGSM rinnova le tubature del gas. Le strisce pedonali non ci sono più.

Fine mese: il Comune rifà le strisce pedonali. Tutto in un mese. Fare per poi disfare e fare di nuovo. Si spreca denaro pubblico.

Perché Comune e AGSM non coordinano gli interventi?

Il discorso vale per strade e marciapiedi: se si asfalta una strada, perché non si fa altrettanto per i marciapiede?

Giugno 2014. Contesa sul ripristino dell’asfalto al termine dei lavori sui sottoservizi; Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in AGSM, Verona di tutti i giorni

Alberi. Un patrimonio per ciascuno di noi

Ascoltiamo Averardo Amadio, ambientalista, presidente onorario Wwf veneto.

“Gli abbattimenti delle piante si fanno in base alla sostenibilità. Gli alberi sono un patrimonio che incide sulla nostra vita”. Amadio invita i Veronesi a passeggiare mentalmente nel centro cittadino, richiamando alla memoria il taglio e gli interventi illogici eseguiti negli ultimi anni sul patrimonio verde. “Quando si decide per l’abbattimento, ci si deve far guidare dall’utilità, ma in armonia con il principio di sostenibilità.

All’ex caserma Passalacqua il grande filare che la divideva dall’abitato avrebbe rappresentato il miglior raccordo tra il futuro campus universitario e la fila di edifici progettati, Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Riflessioni, Verona di tutti i giorni, Verona e il suo Territorio

Alberi. Le diverse visioni

Enrico Toffali, assessore all’Ambiente, circa l’abbattimento dei platani di viale Galliano per allargare la carreggiata: “E’ dovere tagliare le piante che si ammalano e diventano pericolose per persone e cose e fonte di contagio. Valuta AMIA. I platani di via Galliano sono sani. Vanno sacrificati in favore di un intervento risolutore contro gli incolonnamenti d’auto, inquinanti. L’aria migliora di più grazie all’eliminazione dell’eterno ingorgo invece che mantenere alberi con funzione decorativa”.

Bertucco (PD): “Il Regolamento del verde urbano raccomanda di limitare i tagli ai casi inevitabili, come l’albero malato che diventa pericoloso; Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in sociale, Verona di tutti i giorni, Verona e il suo Territorio

Il taglio dei grandi alberi non è l’eccezione. E’ la normalità

“Platani di via Galliano e alberi del Policlinico tagliati sono casi particolari”.  Non è vero.

Sono circa 897 gli alberi non selvatici, spesso di grandi dimensioni, tagliati in città da enti pubblici negli ultimi cinque anni e mezzo. Un grande disboscamento:

– una ventina di cedri davanti alla stazione ferroviaria

– una ventina di ippocastani e pioppi all’Arsenale, per nuovi parcheggi Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Riflessioni, Verona di tutti i giorni, Verona e il suo Territorio

Ci teniamo o no alle amiche piante?

Luglio 2014. I primi tre platani vengono abbattuti.

Enrico Corsi, assessore: “Non possiamo fermare un’opera necessaria per le lamentele di un gruppetto di cittadini. A nessuno piace tagliare alberi, ma se è necessario occorre farlo, per la viabilità. Concluderemo entro il 15 settembre”.

Si faranno nuove corsie rosicchiando spazio ai marciapiedi e al filare alberato:

– viale Colombo avrà una seconda corsia centrale per andare dritti verso sud. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Verona di tutti i giorni, Verona e il suo Territorio

Addio a 15 platani

Maggio 2014. In viale Galliano, nodo delicato della viabilità cittadina, code e intasamenti di automobili sono la normalità. Contro questo dato l’Amministrazione decide di tagliare 15 platani, di circa 80 anni, lungo la corsia, sulla destra, che conduce verso San Zeno provenendo da Porta Palio. Così si allarga la strada, si costruisce una nuova corsia e, all’incrocio tra viale Galliano e corso Milano, si facilita l’immissione in via Porta San Zeno. Ne risulterà il raddoppio dello svincolo che alleggerirà il traffico fino al 30%. Una nuova corsia di scorrimento garantisce, a costi contenuti, un significativo ridimensionamento delle code. Tempo di realizzazione: un paio di mesi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Verona di tutti i giorni, Verona e il suo Territorio

Meglio pagare un Consiglio di Amministrazione, sostituendone la funzione con personale interno, o associazioni e persone che curano il verde pubblico?

Assessore Pisa, in commissione comunale: “Situazione tragica. Se si continua a tagliare sulle manutenzioni, molte aree verdi comunali rischiano l’abbandono e il degrado. I tagli più dolorosi sono ad associazioni che operano nel reinserimento sociale. Mi hanno promesso finanziamenti”.
La preoccupazione è palpabile nella maggioranza e nell’opposizione.
Legambiente e associazioni simili lanciano l’allarme: “Quale futuro per il Parco delle Mura? Si va indietro”. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Verona di tutti i giorni, Verona e il suo Territorio

La cura del verde costa

L’elenco delle aree verdi bisognose di cura nella nostra città è lungo. Interventi efficaci, programmati e continuativi devono individuare priorità e prevenire il degrado.
Autunno 2013. Nell’ultimo anno le aree verdi pubbliche da curare sono aumentate e i finanziamenti comunali restano gli stessi. Ci riferiamo alla cura di mura, prati, parchi, giardini pubblici; al ripristino e alla sicurezza del fondo e del ciglio delle strade; alla vicinanza con chi deve recuperare il significato della sua vita e del crescere insieme proprio curando il verde di tutti.
E il Comune cosa fa? Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in sociale, Verona di tutti i giorni, Verona e il suo Territorio

Forte Gisella: 30 anni fa – 10 anni fa – oggi

Luglio 2013. “Forte Gisella” – Santa Lucia. La parrocchia, attuale gestore del forte, vi organizza il grest.
Giugno 2014. Forte Gisella diventa palcoscenico d’estate: teatro per ragazzi, esibizioni di danza. Il forte accoglie spettacoli serali, organizzati dalla Circoscrizione in collaborazione con associazioni locali.
Luglio 2014. Il Comune investe 200.000 euro per mettere a dimora, attorno al forte, 2.500 piante. Il coordinamento ambiente comunale, con il supporto del Servizio giardini, si accinge a dotare di nuove piante tutta la zona intorno al manufatto asburgico. L’operazione di rimboschimento partirà in autunno: aceri campestri, carpini bianchi, frassini, querce, tigli selvatici, olmi, cornioli, sanguinelle, noccioli, ligustrelli, prugnoli, sambuchi.
Francesco Centon (consigliere – gruppo misto). “Il verde intorno al forte è vincolato. Si presta ad arginare le emissioni prodotte da “Veneta Bitumi”, della cava di via Mantovana”.
Le domande sul futuro del forte si sovrappongono: Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Quarta Circosrizione, Riflessioni, Verona di tutti i giorni, Verona e il suo Territorio