Come vanno i processi ai clandestini?

“Ogni individuo ha diritto alla libertà di movimento e di residenza entro i confini di ogni Stato. Ogni individuo ha diritto di lasciare qualsiasi paese, incluso il proprio, e di ritornare nel proprio paese” (Dichiarazione universale dei diritti dell’Uomo, 13)

da: Conosciamo la Lega Nord (14)

Processi per immigrati clandestini: rinvii di massa a Verona e a Legnago: “Soggetto non rintracciabile”. Imputato uccel di bosco. Rinvio.

E’ il nuovo reato introdotto col “pacchetto sicurezza” del’8 agosto 2009.

Schinaia: “Il copione si ripresenta anche a Verona. E’ carico di lavoro aggiuntivo, con udienze settimanali. In caso di condanna sono previste ammende da 5 a 10 mila euro o l’espulsione. Ma non se ne fa nulla. E’ aggravio ai danni dei già intasati uffici dei magistrati”.

Un esempio: il 23-10-09 gli imputati a Verona erano 13. Presenti: 1. “Contumaci” gli altri. La persona che si presenta ha fatto la sanatoria per badanti, ma non ha ancora i documenti. Deve presentarli entro febbraio.

Zero sentenze.

Lascia un commento

Archiviato in Conosciamo la Lega Nord, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...