Archivi tag: Tremonti

La voce del Centro Sinistra sulla “riforma” della scuola

La voce del Centro Sinistra sulla “riforma” della scuola

* P.D.: “Non è una riforma, ma un programma di tagli. Tremonti ha detto che si debbono risparmiare 8 miliardi e la Gelmini è al lavoro per  realizzare i tagli. L’unico obiettivo è il taglio dei fondi alla scuola pubblica, ottenuto tagliando gli insegnanti. E’ inammissibile che la manovra sulla scuola venga pensata dal Ministro dell’Economia. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, La Scuola, Riflessioni

I sindacati: quando mai si impara di più stando meno a scuola?

Responsabile è il ‘lupo famelico’, “il tagliatore”: Giulio Tremonti.

Settembre 2008. Il governo non apre il confronto, tanto meno coi sindacati, e blinda i decreti.

Ascoltiamo l’insegnante Ivana Luppi: “Non si può rispondere a problemi complessi con risposte semplici. E’ difficile cambiare una società partendo da provvedimenti esteriori. Lavorare in gruppo è stimolante e utile ai bambini. A fare le spese della “riforma” saranno le famiglie più povere”. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, La Scuola, Riflessioni

Chi ha previsto la crisi economica?

Il ministro Tremonti asserisce spesso che già nell’estate 2008 aveva previsto la disastrosa crisi finanziaria che colpisce la finanza e l’economia mondiale.

Gli facciamo notare che nel medesimo periodo estivo ha proposto la cosiddetta “Robin tax” che doveva colpire gli abbondanti utili del sistema bancario-assicurativo italiano. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti

Una riforma della scuola elementare di grande rilievo? (3)

Ci hanno dato da intendere che i ministri Tremonti – Brunetta – Gelmini hanno voluto una riforma della scuola elementare di grande rilievo.
Ci hanno detto la verità?

Estate 2008. Ecco la “rivoluzione” a scuola:

– i bambini indosseranno il grembiule, come fattore di ordine, di eguaglianza sociale, di pari condizioni di partenza;

– torna il voto numerico, in decimi, in pagella;

– torna anche l’esame di riparazione;

– ecco il voto in condotta; il 5 significa bocciatura. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, La Scuola, Riflessioni

Chi ritiene che la scuola sia importante? (1)

Chi ritiene che la scuola sia importante per i nostri figli, per noi, per la crescita di tutta la società?

Chi è tra questi non può continuare a dormire.

Ricordate? Qualche mese fa si presentava Maria Stella Gelmini, ministro della Pubblica Istruzione, come colei che aveva proposto e stava realizzando una riforma della scuola di grande importanza, capace di migliorare e di qualificare il futuro dell’istruzione in Italia: quasi la “Riforma Gentile” per il XXI^ secolo. Televisione, radio, stampa ci hanno fatto credere che fossimo di fronte a un progetto culturale ed educativo di straordinario valore per l’Italia. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, La Scuola, Riflessioni

Crisi economica. Dramma o questione psicologica? (17)

La crisi economica: dramma per milioni di persone e di famiglie o questione psicologica?

Si schierano dalla parte di Berlusconi:

– il ministro Tremonti: “dai dati di cassa Inps al 31 maggio, la cassa integrazione cresce con velocità sempre meno accelerata”.

– il ministro Sacconi: “Le cifre Istat sui danni della crisi sono inferiori a ciò che potevamo temere. Sono ancora molti i lavori rifiutati dagli italiani”.

– il ministro Scaiola: “”La crisi è profonda e non è finita. Il forte calo dell’inflazione e la riduzione delle bollette di luce e gas sono un significativo sollievo ai bilanci delle famiglie, ma indicano anche il rischio di una caduta della domanda dei consumi, che va contrastata. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, crisi economica, Riflessioni

Crisi economica. Dramma o questione psicologica? (11)

La crisi economica: dramma per milioni di persone e di famiglie o questione psicologica?

Occupazione: cassa integrazione.

Primi 4 mesi del 2009: la cassa integrazione balza sopra i picchi del 1993, coinvolgendo l’1,42% della forza lavoro.

Marzo 2009. Dati Confindustria: circa 450.000 persone hanno perso il lavoro o lo mantengono formalmente, essendo in cassa integrazione.

Aprile 2009: la percentuale dei cassintegrati sul totale della forza lavoro è dell’1,91%. La cassa integrazione sale a + 23%  rispetto a marzo. A febbraio l’incremento era stato del 71%. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, crisi economica, Riflessioni