Archivi tag: traforo

Chi mette le mani nelle tasche degli Italiani e dei Veronesi?

Il sindaco Tosi si arrabbia. Con chi?

Manovra finanziaria: il Comune di Verona subirà un taglio di circa 35 milioni in 3 anni. Nel 2003 Verona ha ricevuto dallo Stato 72,7 milioni; nel 2009 solo 62,2: tra il 2003 e il 2009, perde 10,5 milioni all’anno per minori trasferimenti, cui si sommano i mancati rimborsi ici: nel solo 2009 ben 3,5 milioni. La manovra prevede un ulteriore grave taglio di trasferimenti di circa 13 milioni nel 2011, che diventano 21 nel 2012.

Ogni veronese ha un debito di 1.700 euro. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Bilancio comunale 2011, Comune Verona, Riflessioni

L’Amministrazione del non fare

Lettera inviata a L’Arena e non pubblicata .

L’Amministrazione del non fare

1) Chi è in grado di farlo dica una idea innovativa, una proposta originale, un progetto lanciato dall’Amministrazione Tosi, che si presentava come novità.

Traforo, filovia, Fiera, ex cartiere, la nuova Verona Sud, parcheggi: sono tutte proposte vecchie, che l’Amministrazione ripresenta, senza un inizio di realizzazione. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona

A chi serve l’autostrada delle Torricelle?

A chi serve l’autostrada delle Torricelle?

Ai cittadini o ai politici?

Il 19 aprile del 2009, il “Corriere di Verona” scriveva “Tosi: Technital o tutti a casa”. Il Sindaco minacciava la «fiducia» se le resistenze sul progetto della Technital fossero continuate. Una riunione notturna nell’ufficio del Sindaco, presente un esperto negoziatore come il sottosegretario Aldo Brancher, placa gli animi. Accordo? Pochi giorni dopo Miozzi, in carico ad A.N., è candidato alla presidenza della Provincia, e Giorgietti (A.N.) entra nel Consiglio di Amministrazione della Fiera. Coincidenza? Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona

Bilancio comunale 2010 (2)

Tra il dire e il fare …

Che cosa fa di concreto l’Amministrazione Tosi?

Le grandi opere: filobus, ex cartiere, traforo

Risponde il Sindaco nella conferenza stampa del 21-12-09 e in interventi precedenti:

“Tre gli obiettivi nel medio termine: filobus, passante Nord, piano degli interventi. Filobus e passante Nord  sono avviati brillantemente: non vedo ostacoli preoccupanti. Vorremmo definire entro fine primavera: si deve trovare il soggetto realizzatore. Entro i tre anni di mandato metteremo a fuoco le opere più importanti. Per il traforo siamo già a una scelta irreversibile. E’ da portare in Consiglio la variante urbanistica che comprende il piano degli espropri. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Bilancio comunale 2010, Commenti, Comune Verona, Riflessioni

Assemblea pubblica sul tema “Traforo delle Torricelle: è utile o no per la città di Verona?”

La prossima assemblea è organizzata per la sera di venerdì 29 gennaio 2010 – ore 21 – nella sede storica di via Brunelleschi 12 ed avrà per tema:

Traforo delle Torricelle: è utile o no per la città di Verona?

Chi si assumerà i costi? A quale prezzo? Il cittadino sa?

Il relatore della serata sarà Aldo Sala.

Il cittadino deve sapere: non può trovarsi di fronte a scelte già fatte senza avere le informazioni sufficienti per rendersi conto di ciò che viene deciso.
Una Amministrazione comunale ha contemporaneamente il dovere di decidere e quello di comportarsi in modo che i cittadini si sentano orgogliosi delle scelte che vengono fatte perché ne capiscono le motivazioni.
Rifiutare il dialogo con chi è d’accordo, con chi è contrario, con chi ha domande e perplessità significa fare il proprio male. Si perde più tempo scatenando contrapposizioni che promuovendo l’incontro.
C’è da riflettere. La presenza alle nostre assemblee è un passo nella giusta direzione.

Le associazioni politiche “Agire Politicamente”, “Città Popolare” e “Progetto Verona”

1 Commento

Archiviato in Incontri e Assemblee

Così va la politica …: Traforo delle Torricelle. Scelta ideologica?

traforo07.jpg

Da 60 anni Verona ha il suo tormentone: sì o no al traforo delle Torricelle? Su quali basi?

 Il Comune per 5 volte ha chiamato e pagato fior di esperti di viabilità, traffico e mobilità:
 Zambrini – Vittorini – Winkler – de Beaumont – Baldini.
 Tutti hanno studiato la situazione e proposto soluzioni. Su un punto concordano: il traforo delle Torricelle non risolve la mobilità urbana a Verona. Hanno indicato altre priorità: la strada Mediana; il collegamento Est-Ovest passando a Sud; il trasporto pubblico, con attenzione alla tramvia; l’incentivazione di altri modi di mobilità: pedonale, ciclabile, trasporto pubblico; … Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Comune Verona

Così va la politica …: il traforo delle Torricelle

traforo Torricelle
Ho davanti a me un documento che otto anni fa ho studiato quasi a memoria, affiancato da persone competenti. E’ la “Relazione Generale” del “Piano Regolatore Generale” che l’Amministrazione di Centro Destra del sindaco Sironi ha approvato in Giunta e ha presentato al Consiglio comunale per il sì definitivo. E’ firmata dal sindaco Michela Sironi, dall’assessore alla Pianificazione territoriale Stefano Cesari e dal coordinatore del Piano Alessandro Polo. Va detto che molti nel Centro Destra non condividevano quanto la Giunta Sironi proponeva alla città.

Leggo alle pagine 54 e 55:

“Va ricordato, a proposito della realizzazione della galleria sotto le Toricelle, che esiste una proposta per la realizzazione della galleria stessa da parte dell’Autostrada A4 per il collegamento diretto della Valpantena (e suoi bacini limitrofi) con i caselli di Verona Sud e Verona Nord (sulla A 22).

Il Comune di Verona ha rappresentato alla Società Autostrade A4 la inaccettabilità dell’intervento ove questo si limitasse alla realizzazione della sola galleria da Ca’ Rossa (Poiano) a Ca’ di Cozzi. Ciò in relazione all’intollerabile aggravamento che ne deriverebbe alle attuali già precarie condizioni di congestione nei tratti di viabilità esistente (principalmente in via Pancaldo) ove questa dovesse ulteriormente ricevere anche il flusso concentrato di veicoli uscenti dalla galleria. Va infatti considerato che, per raggiungere il casello di Verona Nord sulla A22 partendo da Ca’ di Cozzi, bisognerà utilizzare il ponte sull’Adige al Saval, percorrere tutta via Pancaldo, superare i suoi incroci, percorrere buona parte della intasatissima circonvallazione delle mura storiche per raggiungere infine la nuova bretella di collegamento con Verona Nord. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Comune Verona, Seconda Circosrizione, Sesta Circosrizione