Archivi tag: Torricelle

Traforo. Cave e tesori geologici sotto le Torricelle

Luglio 2012. Un mare fossile sotto le Torricelle. In queste terre colorate naturali (molli, argillose, frutto di trasformazioni fisico-chimiche millenarie) sono stati ricavati, già dai tempi dei Romani, colori per le botteghe d’arte e per case e palazzi. E’ capitolo rilevante nell’economia locale fino al XIX secolo: Verona, con i suoi giacimenti sotto le Torricelle e in altre località, era tra i maggiori produttori nazionali con 300 tonnellate di ocra gialla e 1200 di ocre rosse.

Sono eccezionali i ritrovamenti dell’arch. Lino Vittorio Bozzetto, esperto di architettura militare e di fortificazioni: ha scovato nelle viscere delle Torricelle il labirinto di cavità carsiche e di cave di terre coloranti: uno scrigno di tesori geologici. Il percorso delle miniere d’ocra si snoda in una ventina di chilometri. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Traforo Torricelle

Scricchiolii. Cliniche in città? No. Meglio fuori. In centro storico case su case

Primavera 2011. L’ex storica casa di cura Chierego-Perbellini (Borgo Trento), immersa nel verde, ai piedi delle Torricelle, in zona panoramica, diventa un condominio.
– Fabio Segattini, consigliere PD, accusa la Regione (da anni ha deciso di trasferire a Marzana gli spazi ospedalieri della clinica) e la Soprintendenza (prima ha detto no alla trasformazione per vincolo paesaggistico sull’area; poi ha cambiato idea, usando il silenzio assenso: 60 giorni senza dire no equivale a un sì). Sappiamo chi era Assessore alla Sanità in Regione (Flavio Tosi e Sandro Sandri). Guarda caso una persona molto interessata alla vicenda ha cambiato casacca politica Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Riflessioni, Verona che non cambia

Scricchiolii. Tendoni e corsa al nascondino sulle Torricelle

L’area delle colline di Verona fa gola a molti. Però è tutta sotto vincolo paesaggistico.
Nel 2009 sulle Torricelle sono state rilevate nove violazioni paesaggistiche, sei abusi edilizi, due violazioni sulla sicurezza del lavoro. Dieci persone sono state denunciate per non essersi adeguate al Piano di Assetto del Territorio (PAT), che vieta la costruzione di qualsivoglia manufatto edile.
Ottobre 2010. Sequestro di un cantiere in via Benini – località Valscura di Avesa. Il proprietario aveva chiesto di sistemare una serra, Una volta autorizzato ha avviato la costruzione di tre villette con piano mansardato. I Vigili urbani verificano che i lavori snaturano la serra e predispongono l’immobile ad unità abitativa. Il sequestro viene convalidato e vengono denunciati il progettista, il direttore dei lavori e l’azienda titolare dell’immobile.
Le indagini continuano per verificare la presenza di altre situazioni irregolari sulle nostre colline.
Il sindaco Tosi: “Sono speculazioni edilizie belle e buone”. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Riflessioni, Verona che non cambia

A chi serve l’autostrada delle Torricelle?

A chi serve l’autostrada delle Torricelle?

Ai cittadini o ai politici?

Il 19 aprile del 2009, il “Corriere di Verona” scriveva “Tosi: Technital o tutti a casa”. Il Sindaco minacciava la «fiducia» se le resistenze sul progetto della Technital fossero continuate. Una riunione notturna nell’ufficio del Sindaco, presente un esperto negoziatore come il sottosegretario Aldo Brancher, placa gli animi. Accordo? Pochi giorni dopo Miozzi, in carico ad A.N., è candidato alla presidenza della Provincia, e Giorgietti (A.N.) entra nel Consiglio di Amministrazione della Fiera. Coincidenza? Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona

Assemblea pubblica sul tema “Traforo delle Torricelle: è utile o no per la città di Verona?”

La prossima assemblea è organizzata per la sera di venerdì 29 gennaio 2010 – ore 21 – nella sede storica di via Brunelleschi 12 ed avrà per tema:

Traforo delle Torricelle: è utile o no per la città di Verona?

Chi si assumerà i costi? A quale prezzo? Il cittadino sa?

Il relatore della serata sarà Aldo Sala.

Il cittadino deve sapere: non può trovarsi di fronte a scelte già fatte senza avere le informazioni sufficienti per rendersi conto di ciò che viene deciso.
Una Amministrazione comunale ha contemporaneamente il dovere di decidere e quello di comportarsi in modo che i cittadini si sentano orgogliosi delle scelte che vengono fatte perché ne capiscono le motivazioni.
Rifiutare il dialogo con chi è d’accordo, con chi è contrario, con chi ha domande e perplessità significa fare il proprio male. Si perde più tempo scatenando contrapposizioni che promuovendo l’incontro.
C’è da riflettere. La presenza alle nostre assemblee è un passo nella giusta direzione.

Le associazioni politiche “Agire Politicamente”, “Città Popolare” e “Progetto Verona”

1 Commento

Archiviato in Incontri e Assemblee

Il male profondo del sindaco Tosi. Facciamo una previsione: una scommessa.

Il male profondo del sindaco Tosi

Parecchie persone mi chiedono: “Perché ce l’hai con Flavio Tosi? Si impegna; dà sicurezza; ha cambiato Verona”. Torno sull’argomento, visto che non è chiaro ciò che mi pare evidente.

Il Sindaco si impegna e dà sicurezza. D’accordo.

Il Sindaco ha cambiato Verona. Non sono d’accordo. Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Amministrazione Tosi, Commenti, Comune Verona, Riflessioni

Così va la politica …: il traforo delle Torricelle

traforo Torricelle
Ho davanti a me un documento che otto anni fa ho studiato quasi a memoria, affiancato da persone competenti. E’ la “Relazione Generale” del “Piano Regolatore Generale” che l’Amministrazione di Centro Destra del sindaco Sironi ha approvato in Giunta e ha presentato al Consiglio comunale per il sì definitivo. E’ firmata dal sindaco Michela Sironi, dall’assessore alla Pianificazione territoriale Stefano Cesari e dal coordinatore del Piano Alessandro Polo. Va detto che molti nel Centro Destra non condividevano quanto la Giunta Sironi proponeva alla città.

Leggo alle pagine 54 e 55:

“Va ricordato, a proposito della realizzazione della galleria sotto le Toricelle, che esiste una proposta per la realizzazione della galleria stessa da parte dell’Autostrada A4 per il collegamento diretto della Valpantena (e suoi bacini limitrofi) con i caselli di Verona Sud e Verona Nord (sulla A 22).

Il Comune di Verona ha rappresentato alla Società Autostrade A4 la inaccettabilità dell’intervento ove questo si limitasse alla realizzazione della sola galleria da Ca’ Rossa (Poiano) a Ca’ di Cozzi. Ciò in relazione all’intollerabile aggravamento che ne deriverebbe alle attuali già precarie condizioni di congestione nei tratti di viabilità esistente (principalmente in via Pancaldo) ove questa dovesse ulteriormente ricevere anche il flusso concentrato di veicoli uscenti dalla galleria. Va infatti considerato che, per raggiungere il casello di Verona Nord sulla A22 partendo da Ca’ di Cozzi, bisognerà utilizzare il ponte sull’Adige al Saval, percorrere tutta via Pancaldo, superare i suoi incroci, percorrere buona parte della intasatissima circonvallazione delle mura storiche per raggiungere infine la nuova bretella di collegamento con Verona Nord. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Comune Verona, Seconda Circosrizione, Sesta Circosrizione