Archivi tag: Stazione Ferroviaria

La Verona che non cambia. 14 anni di annunci

A che punto è il nuovo piazzale davanti alla stazione ferroviaria?

Maggio 2012. Palazzo Barbieri. Presenti il sindaco Tosi e l’assessore alla viabilità Corsi. Comune e Grandi Stazioni, società responsabile dei lavori, presentano la piazza come biglietto da visita per i turisti: luogo per il benvenuto, ordinato e verde. L’investimento è di 18 milioni.

Opere esterne, sul piazzale: termineranno nel 2013. Prevedono un parcheggio interrato (293 posti auto e 44 per moto) e uno per bici; un edificio, nuovo, per ATV, con biglietteria, collegato con il parcheggio; il tracciato per la filovia e aree verdi.

Opere all’interno del palazzo ferroviario: 10 negozi (quasi un centro commerciale), la biglietteria rinnovata, l’ufficio per informazioni turistiche, un centro servizi: lo scalo diventa luogo di vitalità urbana, accogliente e attrattivo.

Tutto bello. Continua a leggere

Annunci

1 Commento

Archiviato in Riflessioni, Verona che non cambia

Scricchiolii. La Verona che non cambia

1) A Verona, nel 2011, il numero dei reati (37.697) aumenta, rispetto al 2010, più che a Napoli: più 6,2%. I furti in abitazione (2803) sono cresciuti del 48,6% (a livello nazionale l’aumento è del 20%). I numeri non fanno dormire sonni tranquilli.

Verona è al 39° posto, per delinquenza, tra le 103 province italiane. Va molto meglio a Vicenza, a Trento e a Belluno.

2) Fine 2010. I residenti nel piazzale XXV Aprile (stazione): “Siamo tornati indietro di dieci anni”: mendicanti, lucciole e tossicodipendenti invadono il quartiere. Alcuni Rom hanno bivaccato nei pressi della chiesa. I volontari della parrocchia hanno portato loro coperte e vestiti. Il rapporto si è guastato per i furti in parrocchia e per il disturbo ai bambini del catechismo. La polizia municipale: “I controlli sono imponenti in tutta la zona”. I residenti: “La polizia fa controlli, ma nulla cambia”. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Riflessioni, Verona che non cambia