Archivi tag: Sesta Circoscrizione

Piano degli Interventi in II^ Circoscrizione: Situazione idrogeologica della fascia nord di Verona (Circoscrizioni II^ , VI^ , VIII^)

Urge un progetto per salvaguardare il territorio, in particolare nelle valli e lungo i corsi d’acqua.

Ci preme ricordare quanto recentemente accaduto nel territorio veronese: Possiamo dimenticare il disastro che ha colpito Monteforte e Soave? Pare di sì. L’inverno 2010-11 dovrebbe essere ricordato come la stagione dei crolli: il terreno cede ad ogni pioggia consistente:

– crolla un muro esterno del Parco delle Colombare, sulle Torricelle. Strada chiusa e traffico in tilt;

– frana da un costone roccioso in via Montalto, a Olivé (Montorio): ostruisce la strada che collega una decina di famiglie con il paese;

– isolati i residenti di via Abate Caliaro, a Poiano, a causa di una frana: un costone roccioso si è staccato dalle pendici delle Torricelle. Agibile in 10 giorni;

– altro crollo sulle Torricelle, a poca distanza da quello di 15 giorni prima, in zona Castel San Felice, accanto all’ingresso del Parco delle Colombare: cede la sede stradale lungo 50 metri;

– voragine nella strada principale di Montorio. Nell’importante via Olmo, su cui passano anche i mezzi pubblici, si crea una buca di circa un metro di diametro;

– Poiano: il sottopasso che porta alla frazione è inagibile per una grossa buca;

– allarme anche in città, in via Andrea Doria, per una enorme buca nel manto stradale;

– cedono muretti di pietra dei terrazzamenti; frane e smottamenti rendono insidiose le zone collinari;

– un condominio in via Marsala viene evacuato per motivi di sicurezza;

– smottamento in via Mameli, sul torrente Crencano;

– a Montorio: frana in via Segheria e smottamento in via Monte Navegno: i detriti hanno occupato la carreggiata per un tratto di circa 10 metri; Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Eredità Tosi, Piano degli Interventi 2011, Seconda Circosrizione, Sesta Circosrizione, Settima Circosrizione, Urbanistica

Piano degli Interventi. Circoscrizione VIII: Attenzione nei pressi di Esselunga

da “Piano degli Interventi 2011” (16)

Opere di compensazione e cantieri pesanti in Circoscrizione VIII – Valpantena

I mq di abitativo previsti tra Marzana e Poiano saranno 16.700.

Con i soldi dei privati in Valpantena si realizzeranno 13 opere pubbliche, tra cui il recupero dell’ex scuola di Poiano, la rotatoria nei pressi dell’ospedale con pista ciclabile, il collegamento tra zona industriale di Marzana e Strada dei Lessini.

Cruciale è l’ampliamento della Cantina sociale di Quinto: ingloberà il vicino campo di calcio. I soci sono 387, per la maggior parte gestori di aziende a conduzione familiare. L’attività agricola è fonte di sostentamento e importante fattore di salvaguardia dei territori collinari. Coltivano 738 ettari di vigneti e 135 di uliveti: una ricchezza per il territorio della valle e per la città. La Cantina è realtà produttiva importante e ne va sostenuta la crescita. La sua espansione garantisce spazi di sicurezza e aumenta la qualità dei prodotti. Lo spazio resta però limitato anche includendo il campo da calcio. C’è chi, in forza della futura crescita, ritiene più logico  che il nuovo centro sportivo sia nell’attuale sede della Cantina e che questa sia spostata nella ZAI di Marzana: faciliterebbe anche l’accesso a Strada dei Lessini e diminuirebbe il passaggio di camion in paese. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Piano degli Interventi 2011, Riflessioni

Piano degli Interventi. Circoscrizione VI: si costruisce anche dove non c’è posto

da “Piano degli Interventi 2011” (13)

Opere di compensazione e cantieri diffusi: perché? Per chi?

Circoscrizione VI . Borgo Venezia, San Felice

Si prevedono 11 interventi di compensazione in cambio di centinaia di nuovi appartamenti: 300 circa a Santa Croce; 80 a San Felice su 7.000 mq; 1.400 sparsi. Nuove cubature saranno nelle aree dismesse ex Tiberghien, ex Vini Pasqua e concessionaria Albi.

Obietta il Partito Democratico:

– la zona non necessita di tanti interventi: i progetti del P.I. sono devastanti per il territorio.

– è scempio delle poche aree verdi.

– area Reichembach, in Borgo Venezia, nei pressi di via Fincato: nasceranno 314 appartamenti, raddoppiando la superficie che il PAT destina all’edificabilità.

– ex area Cipriani, in Borgo Venezia, angolo tra le vie Bianchini, Della Corte, Cendrata e Boccioni: un giardino storico classificato dalla Regione, unica zona a verde rimasta, di 6.160 mq,  è indicato per cementificare. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Piano degli Interventi 2011, Riflessioni

PAT: Obbedienti e Silenti

 

 

pat.jpg

PAT: OBBEDIENTI E SILENTI NELLA 6° CIRCOSCRIZIONE

Fino a fine settembre 2007 i consiglieri della minoranza della 6° Circoscrizione, i consiglieri comunali e probabilmente anche quelli della maggioranza, non sanno nulla circa la riapertura delle Osservazioni da mandare in Comune riguardanti il Pat.
Il Pat, era stato approvato e spedito in Regione per avere il suo avallo, dall’amministrazione Zanotto ancora in aprile prima delle elezioni.

LA RIAPERTURA DELLE OSSERVAZIONI NON SI DOVEVA FARE.

TOSI APPOGGIATO DALLA GIUNTA REGIONALE HA RIMESSO IN MOTO UN ITER CHE COMPORTAVA DI NUOVO UNA CONCERTAZIONE TRA LE PARTI INTERESSATE, COSA CHE NON E’ STATA FATTA. HA LASCIATO CHE IMPRESE O ALTRI PRIVATI INTERESSATI MANDASSERO DIRETTAMENTE A VENEZIA LE LORO OSSERVAZIONI, INVECE DI CONSEGNARLE IN COMUNE CHE POI LE AVREBBE RISPEDITE A VENEZIA.

Su tutte queste gravi irregolarità (la legalità???) è stato fatto un ricorso al TAR (Tribunale amministrativo regionale). Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Comune Verona, Sesta Circosrizione

Resoconto attività Sesta Circoscrizione

Mercoledì 16 gennaio 2008 Consiglio 6° Circoscrizione

Gli argomenti della commissione Mobilità e Sicurezza stradale approvati in Consiglio sono:

a) paletti dissuasori in via Pedrotti;
b) uso d’autobus-pollicini in via Bon Brenzoni (richiesta da mandare all’ATP);
c) sosta in via Montemezzi;
d) sensi unici in via Sommaria e via Da Villafranca.

Non si è presa nessuna decisione circa il senso unico in via Biondella oppure la scelta di chiudere l’ultimo tratto di Via Biondella che poi si innesta in via Caroto perché occorre ancora approfondire l’argomento rispetto a tutta la zona. Verrà riportato in commissione e probabilmente sarà invitato il dirigente Zanoni del Comune per avere altre delucidazioni.

Sono state tutte decisioni all’unanimità. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Sesta Circosrizione