Archivi tag: Pier Ferdinando Casini

Risultati elezioni politiche

 Alle persone contattate attraverso il blog e via mail nel corso della recente  campagna elettorale per l’elezione del Parlamento della Repubblica.

Un saluto cordiale.

Ripercorro quanto avvenuto, limitatamente a Valdegamberi e a me, a risultato elettorale acquisito. Lo faccio ora perché la situazione è finalmente chiara. Fino a pochi giorni fa non c’erano certezze, per il tentennare continuo dei dirigenti nazionali UDC: Casini e Cesa in particolare.

Dato di partenza: il risultato elettorale dell’UDC è disastroso. L’ho capito anch’io verificando l’ostilità della gran parte delle persone che ho contattato durante la campagna elettorale nei confronti del partito e soprattutto dei suoi capi a livello nazionale e regionale.

Nel crollo generale del partito, è positivo il risultato nel Collegio “Veneto 1” (Verona, Padova, Vicenza, Rovigo): abbiamo ottenuto il migliore risultato per l’UDC nel Centro-Nord dell’Italia, tanto che, con il conteggio dei resti, abbiamo conquistato un seggio alla Camera dei Deputati. Ci siamo impegnati, a cominciare da Stefano Valdegamberi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Elezioni politiche 2013

Solo gli uomini primitivi mettono in discussione la libertà di religione

“La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione” (Costituzione della Repubblica Italiana, n° 1)

Solo gli uomini primitivi mettono in discussione la libertà di religione

* Pier Ferdinando Casini: “Solo gli uomini primitivi mettono in discussione la libertà di religione di tutti i cittadini. Se le moschee diventano un luogo di reclutamento per il terrorismo, il Ministro dell’Interno interviene, ma non mettiamo in discussione la libertà di religione”.

* Lorenzo Carpenè (docente presso l’Università di Verona): “In alcuni paesi islamici i cristiani non possono liberamente professare la loro fede; in Italia e in tutto l’Occidente i musulmani possono praticare il loro culto. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Flavio Tosi e gli immigrati: quello che dice - quello che fa, Riflessioni