Archivi tag: Monsel

Scontro tra visioni e nulla di fatto, eccetto il danno

Maggio 2010. Le palazzine sulla collina, al grezzo, sono quasi concluse. Saranno pronte tra un anno.

Quinzano non si arrende: torna alla carica contro l’osteggiata lottizzazione: “uno stravolgimento per il nostro antico borgo”. Mario Toffaletti e alcuni residenti finanziano studi e azioni legali, con due avvocati (Claudio Carli e Paolo Tebaldi) che approfondiscono il caso e decidono le azioni da intraprendere. L’urbanista Massimo Gronich mette sotto accusa altezze e superfici non rispettate. Emergono irregolarità e discrepanze tra il progetto e la realizzazione delle case. L’edificazione sarebbe estesa su 4.000 mq anziché sui 2.000 approvata nei piani di costruzione.

E’ scontro tra ambientalisti e assessore Pozzerle: Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Progetti di media importanza, Seconda Circosrizione, Urbanistica

Cosa succede al Monsel, sopra Quinzano?

Riportiamo alla memoria dei lettori una storia iniziata nei primi anni ’90, combattuta da residenti di Quinzano che non volevano che fosse violata la collina, vinta alla fine, nel 2006, da una società costruttrice, con l’aiuto forte di un commissario ad acta, nominato dalla Regione Veneto, dopo deliberazioni, pareri e ricorsi al Tar. Si erano mosse associazioni ambientaliste, sostenendo che l’opera sarebbe sorta in area protetta, nel futuro Parco della Collina, e che il sistema viabilistico non era in grado di sopportare nuovo traffico. Per anni residenti e ambientalisti hanno difeso strenuamente questo spazio, nel tentativo di bloccare l’opera, denunciando le sfregio ambientale e il traffico non sopportabile. Le Amministrazioni comunali hanno ripetutamente negato l’autorizzazione a costruire, perché non fosse irreparabilmente distrutto quel luogo, passo verso la cementificazione delle colline. Tutto inutile. La sentenza del Tar ha reso possibili i lavori. Sono arrivate gru e ruspe. Dramma paesaggistico. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Progetti di media importanza, Seconda Circosrizione, Urbanistica

Ex Lux – Nassar – Monsel

Tre parole quasi sconosciute. Tre sconfitte per Verona: segni tra i tanti di un procedere a vanvera, coinvolgendo nella stessa miseria l’ente pubblico Comune e imprenditori privati con obiettivi incerti. Verona esige di essere rispettata.

Per capire, passiamo in via Dal Cero, nei pressi di piazza XXV Aprile (stazione). Lo scavo per il futuro hotel LUX è dell’estate 2007. Sono passati otto anni e l’albergo non è ultimato. Lavori fermi per mesi, nel passato e oggi.

Impressiona una classe dirigente che realizza pochissimo e che questo pochissimo lo fa male. Negli articoli che seguono presentiamo tre fallimenti importanti ma, nel contesto cittadino, di rilievo limitato. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Progetti di media importanza, Verona che non cambia

Che dire sui progetti di media importanza?

Tutti conosciamo le ‘grandi opere’ che le Amministrazioni comunali si impegnano a realizzare, non riuscendoci quasi mai: ex Cartiere, Castel San Pietro, ex Arsenale, traforo delle Torricelle, filobus, … Molti cittadini basano il loro giudizio sull’Amministrazione comune la sui piccoli interventi, quelli sotto casa, che migliorano la vita quotidiana: giardini, parchi, marciapiedi, strade, farmacie, servizi vari. Nei prossimi articoli ci fermiamo su progetti di media importanza, che pongono in rilievo i limiti esasperanti di un amministrare inconcludente e perciò preoccupante. L’hotel Lux è stato presentato, nel 2007, come progetto pilota della nuova Ammnistrazione, che si è chiamata “del fare”. Dopo 8 anni l’hotel funziona? Andiamo a vedere.  Il quartiere che doveva sorgere al Nassar (Parona) c’è o no? Perché? Il Monsel, progetto di costruzioni signorili sopra Quinzano, partito tra le polemiche, a che punto è oggi? Andiamo a vedere.  Leggendo gli articoli che seguono possiamo farci un’idea della povertà della politica e dell’amministrare nella nostra città. Urge una nuova qualità di chi ci governa, altrimenti siamo destinati a decadere o, per lo meno, a non andare avanti come Verona merita.

Lascia un commento

Archiviato in Progetti di media importanza

Scricchiolii. Cosa succede al Monsel, sopra Quinzano?

Qualcuno ricorda “Borgo degli ulivi”? Doveva essere un grande residence in località Monsel, a nord di Quinzano: 19.000 mc per una sessantina di abitazioni. “Un lussuoso complesso residenziale, caratterizzato dalle più moderne tecniche costruttive”. Le palazzine al grezzo sono quasi finite.

Aprile 2012. Da un anno e mezzo non si vedono operai al lavoro né mezzi in movimento. Niente. Il cantiere, incompiuto, è in stato di abbandono, avvolto da transenne e reti, con una gru montata e qualche impalcatura. E’ sparito il cartello con i nomi dei responsabili dei lavori. E’ tra noi un villaggio fantasma, vuoto a tempo indeterminato, che si staglia grigio contro la collina, con finestre nere e porte prive di infissi. Non un nome, un recapito cui rivolgersi. Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Riflessioni, Verona che non cambia

Così va avanti l’Amministrazione: Monsel

Era uno splendido scorcio collinare, in una macchia verde, punteggiato di ulivi, sulla strada che da Quinzano porta a Montecchio.

Luglio 2008. Apre il cantiere sul colle del Monsel: si prevedono dieci palazzine per sessanta appartamenti, con 180 garage.

Da decenni si parla di questa lottizzazione. Le Amministrazioni comunali, di ogni orientamento, hanno sempre negato l’autorizzazione. Una sentenza del TAR ha permesso l’inizio dei lavori.

Questo spazio viene difeso strenuamente, per anni, da residenti e ambientalisti. E’ d’accordo Lucia Cametti, presidente della Commissione consiliare: “E’ disastro ambientale. Uno dei posti più belli viene snaturato. La viabilità non riuscirà a sopportare l’enorme flusso di auto”. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti