Archivi tag: Il Comune di Verona Vende

Verona Sud viene venduta per far cassa

 Partito Democratico. “Per l’Amministrazione Tosi, per anni, i parcheggi sono stati priorità assoluta, per la Fiera: di fronte a essa, non si poteva realizzare altro. Adesso si spazza via proprio l’area di sosta più vicina ai padiglioni e comoda per collegarsi al centro città. ”.

Bertucco (P.D.): “L’urbanistica è sotto dettatura di privati”.

Vito Giacino, fino alla metà del 2013 ha ripetutamente affermato: “Non siamo mai stati contrari all’idea del Polo finanziario. La giunta Zanotto fece un tragico errore: lo collocò nell’unico punto della città dove non poteva sorgere, se non a prezzo di un conflitto con gli interessi della Fiera”. Dopo pochi mesi il dire di Giacino cambia completamente: “Di fronte alla Fiera sorgerà un supermercato alimentare. In tempo di crisi, valorizziamo un’area di 8.500 mq, a favore del Comune: i soldi incassati diventeranno ‘nostri’, permettendoci di realizzare il piano parcheggi per la Fiera e di rispondere a esigenze di città e Fiera. Rendere l’area commerciale è indispensabile per fare cassa e investire in opere. E’ occasione di sviluppo e di riqualificazione”.

Svolta storica. Perché? Un supermercato alimentare davanti alla Fiera segna una linea di demarcazione tra un prima e un dopo nella pianificazione della zona. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Cementificazione, Centri Commerciali, Eredità Tosi, La Verona del sindaco Flavio Tosi, Urbanistica

La caccia ai soldi aguzza l’ingegno dell’Amministrazione Tosi.

    Il Piano degli interventi, su cui torneremo in seguito, prepara molti milioni per le esauste casse comunali.
Ecco l’idea: il Comune rinuncia al suo compito di governare il territorio; lascia quasi mano libera ai privati che comprano le aree; preparano i progetti puntando alla massima redditività; decidono gli interventi edilizi che vogliono realizzare. L’Amministrazione Tosi-Giacino chiede in cambio soldi per interventi pubblici sul territorio.
In pratica la previsione è di circa 280 cantieri in città e, con i soldi dati dai costruttori, di circa 400 opere pubbliche sul territorio.
Introito previsto per le casse comunali:                                       €     145.000.000
 Totale generale degli introiti comunali                      €  500.250.000
– per la vendita o il recupero di immobili pubblici
– per i soldi pervenuti al Comune dalle sue aziende:
AGEC, AGSM e dalla vendita delle quote della Fiera
– dal Piano degli Interventi, soldi questi previsti nel tempo
e solo in parte già in possesso del Comune.
Ne tratteremo in seguito.

Lascia un commento

Archiviato in Eredità Tosi

Il ricavato della vendita di immobili pubblici.

Dalle vendite immobiliari riportate negli articoli precedenti il Comune ha ricavato:

Immobili venduti dal Comune a Cariverona:                                 92 milioni
Immobili ristrutturati da Cariverona,
rimasti in proprietà del Comune                                                           60 milioni
 Immobili venduti a privati                                                                    24.650.000
Immobili venduti a AGEC e ATER                                                        16 milioni
           Totale                                                                         192.650.000 Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Eredità Tosi

Intenzioni di vendita non arrivate a conclusione.

Aste deserte:
  –  Bon Brenzoni,
  –  ex convento di San Domenico, sede dei Vigili urbani. Probabilmente rimarrà tale;
  –  Palazzo Pompei (valutato 4 milioni);
  –  un terreno a destinazione agricola in Fondo Frugose, a San Michele; valore: 2.900.000;
  –  ex scuola elementare Scopella, a Cadidavid. Base d’asta: 240.000 euro.
E’ rimasta nelle intenzioni la vendita di sedi di uffici comunali: 
  –  Palazzo Pirelli, sedi dell’Anagrafe, Edilizia privata, uffici nella cinta muraria. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Eredità Tosi