Archivi tag: Fiorentino

In morte di Giovanni Fiorentino

Lo conoscevo già, ma ebbi modo di apprezzare molto meglio le sue doti umane, culturali e spirituali quando, nel 1980, il vescovo Amari mi volle presidente del Centro diocesano di Pastorale Familiare e Giovanni accettò di far parte della presidenza del Centro. Per anni ci siamo incontrati spesso, per il comune servizio alle famiglie e alla preparazione al matrimonio.

Per Giovanni e per i suoi amici palermitani quell’impegno fu importante, come segno di accoglienza della Chiesa veronese nei confronti di “terroni”: erano gli ‘immigrati’ di allora. Verona li aveva già accolti, ma la strada restava lunga.

Giovanni, con la sua sola presenza, testimoniava: Continua a leggere

Annunci

2 commenti

Archiviato in Commenti, Notizie

Un commento sulle recenti elezioni

urnaelettorale3

In seguito ai commenti al risultato delle recenti elezioni europee e provinciali. Giovanni Fiorentino ha scritto una lettera, che ci è pervenuta e che pubblichiamo perché ci interpella tutti.

Amici carissimi,

ho letto tutti i commenti che avete inviato utilizzando dopo le elezioni; aggiungo i miei commenti e, a mio modo di vedere, viene fuori che nessuno di noi ha la bacchetta magica per uscire dalla crisi in cui si è cacciata la politica. Scriviamo frasi fatte, concetti scontati, il solito politichese che attribuiamo alla parte avversa, ma che, in realtà, coinvolge anche noi. Se non esistesse Berlusconi dovremmo inventarlo. Pensiamo di essere migliori di lui. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti

Una politica nuova

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un contributo di Giovanni Fiorentino.

  • Il singolo uomo e la singola donna devono sempre essere considerati un fine, mai solo un mezzo dell’azione politica.
  • Chi si avvicina all’azione politica deve essere conscio di possedere, come tutti, alcune virtù ma anche qualche vizio. Ad esempio l’ambizione, che deve saper indirizzare verso il bene comune.
  • Nessuno possiede la ricetta per individuare e perseguire il bene comune. La ricerca del bene comune va quindi sempre attuata cercando il dialogo anche con chi ha opinioni diverse. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti

A colloquio con il dott. Silvio Berlusconi (2)

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un contributo di Giovanni Fiorentino

Ho simulato un colloquio con il Presidente del Consiglio. Le notizie giuridiche sono prese dal sito http://www.societacivile.it. La prima parte è stata pubblicata il  29 luglio 2008.

G. Adagio dott. Berlusconi. Le sue vicende giudiziarie cominciano molto presto.

  • Nel 1983 la Guardia di Finanza, nell’ambito di un’inchiesta su un traffico di droga, aveva posto sotto controllo i suoi telefoni.. Nel rapporto si legge: «È stato segnalato che il noto Silvio Berlusconi finanzierebbe un intenso traffico di stupefacenti dalla Sicilia, sia in Francia che in altre regioni italiane. Il predetto sarebbe al centro di grosse speculazioni edilizie e opererebbe sulla Costa Smeralda avvalendosi di società di comodo…». L’indagine non accertò nulla di penalmente rilevante e nel 1991 fu archiviata. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Commenti

A colloquio con il dott. Silvio Berlusconi (1)

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un contributo di Giovanni Fiorentino

Ho simulato un colloquio con il Presidente del Consiglio. Le notizie giuridiche sono prese dal sito http://www.societacivile.it.

G. A mio parere, e credo anche Suo, Lei ha segnato una pagina, ormai non piccola, della storia politica italiana. E, sembra, con notevole successo. Qual’ è la ragione principale ?

S. Credo di essere rappresentativo della maggioranza del popolo italiano. Diciamo un “italiano medio”.

G. E quali sono i caratteri dell'”italiano medio”?

S. Direi che, sul piano politico, l’elemento prioritario che ci caratterizza come ‘italiani’ è una dimensione civica…poco pesante.

G. Io, giocando sulle parole, ne darei un’interpretazione un po’ diversa, un po’ cattivella: direi che Lei rappresenta un’italianità….poco pensante. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti

Agli amici del PD

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un contributo di Giovanni Fiorentino.

Leggo e sento di molti malumori intorno al nascente Partito Democratico. Non poteva che essere così perché grossa e difficile è stata, ed è, l’operazione in atto.

Mi dispiace, non poco, essere assente in questo frangente. La Politica mi ha sempre appassionato, sono stato consigliere comunale durante l’Amm.ne Zanotto, sono stato uno dei primi iscritti all’Associazione per il Partito Democratico. Poi a) sono uscito dall’Associazione per averne frainteso le finalità (o per non aver condiviso l’interpretazione che a Verona se ne dava), b) ho preso la mia personale batosta alle amministrative ultime, c) mi sono ammalato……e tutto questo mi ha tagliato fuori. Ancora oggi non sono in condizione di riprendere attivamente, ma una cosa posso farla, l’unica che, bene o male, so fare: riflettere e, attraverso lo scritto, spingere a riflettere.

Lo faccio, adesso, con questo scritto che indirizzo a tutti coloro che so impegnati o interessati al PD. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in PD