Archivi tag: famiglia

Famiglia e convivenze

simbolo_udc_b

In vista delle elezioni politiche del 24-25 febbraio ci battiamo per tre obiettivi: 

Mario Monti Presidente del Consiglio

Stefano Valdegamberi alla Camera dei deputati

Tito Brunelli consigliere della Regione Veneto al posto di Valdegamberi

In ogni epoca si formano e chiedono il riconoscimento forme vecchie e nuove di convivenza:

– convivenze stabili tra donna e uomo, senza matrimonio, cioè senza un riconoscimento pubblico al loro nascere e costituirsi;

– convivenze stabili tra persone dello stesso sesso;

– convivenze che non prevedono la trasmissione della vita;

– convivenze tra consanguinei o tra amici e/o amiche.

Questione di primaria importanza per la società politica, perché è nella famiglia che nascono e crescono i nuovi cittadini; che si integrano i sessi e le generazioni; che i figli vivono l’esperienza diretta della mamma e del papà.

È giusto e doveroso che la società politica riconosca le scelte dei cittadini, come le unioni tra due maschi o tra due donne, garantendo loro diritti e doveri della convivenza. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Elezioni politiche 2013

La famiglia, società naturale fondata sul matrimonio, e i vari tipi di convivenza

simbolo_udc_b

In vista delle elezioni politiche del 24-25 febbraio ci battiamo per tre obiettivi: 

Mario Monti Presidente del Consiglio

Stefano Valdegamberi alla Camera dei deputati

Tito Brunelli consigliere della Regione Veneto al posto di Valdegamberi

E’ intelligente e giusto riconoscere la realtà (la nostra esperienza di vita di ogni giorno) e sostenere la famiglia come bene prezioso per i cittadini e per la società. L’uomo e la donna trovano la loro realizzazione nell’incontro profondo e totale delle loro vite; nel figlio che viene concepito, che nasce e che cresce; nell’anziano che cerca la serenità degli ultimi anni; nella persona debole che ha bisogno di essere accompagnata; nel giovane e nell’adulto disoccupati che trovano la loro dignità nell’amore e nella vicinanza dei familiari.  Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Elezioni politiche 2013

La famiglia: società naturale fondata sul matrimonio

simbolo_udc_b

In vista delle elezioni politiche del 24-25 febbraio ci battiamo per tre obiettivi: 

Mario Monti Presidente del Consiglio

Stefano Valdegamberi alla Camera dei deputati

Tito Brunelli consigliere della Regione Veneto al posto di Valdegamberi

La famiglia conferma sul campo di essere insostituibile capitale sociale, garante del bene comune, preziosa risorsa di solidarietà e di coesione sociale. La crisi economica mostra con evidenza che la famiglia va promossa e sostenuta come motore di sviluppo e di ripresa, luogo di mediazione e di scambio di solidarietà tra sessi e generazioni e come ammortizzatore sociale. Oggi si impone una nuova alleanza tra famiglia e stato: se il riconoscimento e il sostegno alla famiglia, da parte della società e della politica, sono deboli i rischi diventano gravi e molte famiglie rischiano di logorarsi, con incalcolabili conseguenze per gli Italiani, in particolare per i nostri giovani e per gli anziani. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Elezioni politiche 2013

La famiglia: società naturale fondata sul matrimonio

simbolo_udc_b

In vista delle elezioni politiche del 24-25 febbraio ci battiamo per tre obiettivi: 

Mario Monti Presidente del Consiglio

Stefano Valdegamberi alla Camera dei deputati

Tito Brunelli consigliere della Regione Veneto al posto di Valdegamberi

Utilizzo studi e proposte dell’odierno dibattito culturale e del Forum delle associazioni familiari. Sono riflessioni sulla famiglia e sulle politiche familiari da costruire prima di tutto nella nostra coscienza. Probabilmente la prossima legislatura esprimerà valori, disvalori e proposte circa la famiglia e le convivenze di vario tipo. Si parla sempre più spesso di unioni gay e di convivenze, molto diffusa anche tra noi. E’ importante chiarirci le idee chiare e proporle con competenza nel dibattito nazionale.

La Costituzione della Repubblica italiana, all’articolo 29, afferma:

“La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio”

Sottolineiamo due aspetti.

Primo. La Repubblica “riconosce”. Si riconosce una realtà che è già, che è prima di chi la ‘riconosce’, cioè della Repubblica. Di essa la Repubblica prende atto: esiste una piccola comunità, la famiglia, che è prima dell’organizzazione della società, prima dello Stato: è “fin dal principio”. La Repubblica la trova e la riconosce; non la fonda.

Secondo. La famiglia è, perciò, società naturale. La parola: “naturale” fonda l’essenza della famiglia, che fa parte di noi in maniera indissolubile; che non si può modificare perché si creerebbe in noi uno strappo: la famiglia infatti fa parte di noi ed è ‘cellula fondante’ la nostra convivenza. Chi manipola, usa a proprio comodo Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Elezioni politiche 2013

Cattolici e politica. Non solo singoli beni, ma il bene comune

Perché è carente e poco significativa la presenza di cattolici in politica?

Per diventare politici, sono utili predisposizione e capacità personali ed è essenziale educare la disponibilità a conoscere e a promuovere non solo singoli beni, ma il bene di tutti.

Persone di questo tipo (globali: a molte dimensioni) si diventa attraverso una formazione e una esperienze di vita che ci rendono capaci di essere attenti a tutte le fasce di età e a tutte le fasi della vita; a tutte le situazioni e a tutti gli ambiti in cui si esplica l’esperienza umana; di condividere, laicamente, la visione globale della vita e della storia ecclesiale e politica. Persone e cristiani del genere si qualificano per la globalità del progetto di vita: “Tutto ciò che è umano e cristiano mi interessa: entra a far parte di me”. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Cattolici e Politica

La condizione della famiglia nella provincia di Verona (4)

CONCLUSIONI

         La prima conclusione dello studio  è che  i dati rilevati  ed analizzati, anche se non riguardano un intervallo di tempo omogeneo ed aggiornato  almeno sino al 2008, mettono in evidenza delle tendenze che confermano   largamente ed indiscutibilmente la crisi della famiglia in tutto il paese Italia e quindi anche nella Regione Veneto e nella Provincia di Verona:  il calo e la scarsa durata dei matrimoni, la bassa natalità, l’aumento delle separazioni e dei divorzi e l’incremento delle interruzioni volontarie della gravidanza.

         Il lavoro inoltre dimostra come il tema della famiglia – ma il discorso ormai vale per ogni aspetto della vita economica, civile e culturale del paese – non possa essere analizzato se non in un’ottica interetnica e interculturale, estendendo l’indagine o meglio includendo nell’indagine gli stranieri.

         Nel concreto della realtà territoriale della Provincia di Verona,   esso mette in evidenza l’apporto positivo degli stranieri sulla dinamica demografica e specificamente sulla natalità e sull’equilibrio demografico tra le varie generazioni, nonostante la loro presenza ponga problemi di integrazione. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in La condizione della famiglia nella provincia di Verona, Riflessioni

La condizione della famiglia nella provincia di Verona (3)

GLI  ABORTI  SPONTANEI E LE  INTERRUZIONI VOLONTARIE DELLA  GRAVIDANZA

          Per gli aborti spontanei lo studio si è  limitato ad alcuni accenni e dati.

         Il numero medio di aborti spontanei per donna ha visto dati uguali o leggermente inferiori a quelli del Veneto e leggermente superiori od uguali a quelli nazionali. Il peso degli aborti spontanei delle donne straniere, seguiti negli istituti di cura della Provincia di Verona, dal 2002 al 2006 è aumentato in misura notevole, maggiormente di quanto si è verificato nel Veneto ed in Italia.

         Le interruzioni volontarie della gravidanza,  analizzate più in profondità per la loro maggiore importanza rispetto agli aborti spontanei, nella Provincia di Verona nell’intervallo temporale 1999-2006 presentano un andamento più critico e problematico di quello che si riscontra nella Regione Veneto ed in Italia in genere. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in La condizione della famiglia nella provincia di Verona, Riflessioni