Archivi tag: extracomunitari

Permesso di soggiorno a punti?

“Ogni individuo ha il diritto di cercare e di godere in altri paesi asilo dalle Persecuzioni”. “Ogni individuo ha diritto a una cittadinanza. Nessun individuo potrà essere arbitrariamente privato della sua cittadinanza, né del diritto di mutare cittadinanza” (Dichiarazione universale dei diritti dell’Uomo, n° 14 e 15)

da: Conosciamo la Lega Nord (15)

I Senatori della Lega e il ministro Maroni, alla fine del 2008, vogliono introdurre il permesso di soggiorno a punti per gli extracomunitari, con le stesse modalità della patente di guida. In caso di condanna o di sanzioni amministrative e tributarie, si segnano per distinguere chi rispetta le regole da chi non le rispetta. Chi viola le leggi vede diminuire il monte punti fino a esaurimento con conseguente espulsione.

Interviene il ministro Sacconi su “Il Corriere della Sera” del 22-11-09: “E’ impossibile fermare l’immigrazione; è indispensabile governarla e tenere insieme legalità e inclusione. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Conosciamo la Lega Nord, Riflessioni

Quello che il sindaco Tosi dice e quello che fa (25)

“Il lavoratore ha diritto a una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa” (Costituzione della Repubblica Italiana, n° 36)

Assegno sociale? Solo per gli “italiani” da più di dieci anni

Novità dal gennaio 2009:

* per ricevere le prestazioni assistenziali pubbliche, è requisito indispensabile il soggiorno legale in Italia da almeno 10 anni. Non è più sufficiente aver versato i contributi per un numero di anni richiesto.

* molte persone regolari non avranno l’assegno sociale, quella che veniva chiamata pensione sociale (400 euro mensili nel 2008), perché vivono in Italia da un periodo inferiore rispetto a quello ora obbligatorio. Esso potrà essere richiesto da chi: Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Flavio Tosi e gli immigrati: quello che dice - quello che fa, Riflessioni