Archivi tag: ex Magazzini Generali

L’Amministrazione Tosi ha ancora la maggioranza?

20 luglio 2015. La variante di Esselunga arriva nella commissione consiliare. Risposta: barricate.
23 luglio. L’Amministrazione dichiara l’approvazione della delibera “priorità assoluta”.
Caleffi, assessore all’Urbanistica: “La Regione ha messo una pietra tombale sulla richiesta del Comune di due anni fa. Adesso siamo di fronte a un provvedimento del tutto nuovo”.
La Giunta: “Vogliamo chiudere il bilancio 2016. Perciò la delibera va approvata prima delle ferie. Riguarda 27,5 milioni, da spendere in opere pubbliche a favore della città”. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Amministrazione Tosi, Centri Commerciali, Ex Magazzini Generali

Comune e Esselunga:recuperare soldi a ogni costo.

……………..  è questa la strada?
Fabio Venturi, presidente della V^ Circoscrizione, vicino al Sindaco: “Prioritario per il Comune è realizzare il progetto, come occasione di sviluppo per la zona, di revisione della viabilità e di introiti per il Comune. Tentiamo l’accordo con la Regione, seguendo la strada della variante”.
Solo fino a 2.500 mq si può parlare di supermercato, mentre lo spazio di vendita di Esselunga è di 8.500 mq.
C’è fretta: senza i milioni di Esselunga è in forse il bilancio comunale 2016. I primi passi sono promettenti: Caleffi, assessore all’Urbanistica, presenta la variante richiesta e dichiara che Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Amministrazione Tosi, Centri Commerciali, Ex Magazzini Generali

Esselunga di fronte alla Fiera: sì o no?

“L’armonia politica tra Venezia e Verona è finita?”
Giugno 2015. Manfredi Ravetto, nuovo presidente della Polo Fieristico spa, fa trasparire timori sulla decisione della Regione: “Sono in gioco investimenti rilevanti e posti di lavoro. Giuste le verifiche. Mi auguro però che si proceda rapidamente”.
Al centro del confronto è l’ “interpretazione autentica” delle normative da parte del Consiglio comunale di Verona (novembre 2013) che dichiara che l’area di fronte alla Fiera è idonea per una grande struttura di vendita.
Ma i tecnici regionali ritengono non convincente la “delibera interpretativa” del Consiglio comunale Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Amministrazione Tosi, Ex Magazzini Generali

Situazione nebulosa e scontri accesi per Esselunga

Per arrivare al voto ci sono volute quattro sedute del Consiglio comunale. Il consigliere Fantoni (lista Tosi), contrario al progetto, passa al gruppo misto. E’ contrario anche Polato, capogruppo di Forza Italia. Giacino sostiene la delibera a spada tratta.
Secondo le opposizioni non fu affatto una svista, ma un modo di “aggirare” la nuova legge regionale sul commercio che, per le grandi strutture di vendita, prevede un iter e dei limiti molto rigidi.
Bertucco (PD): “Grosso affare per il Comune, ma molti passaggi non convincono. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Amministrazione Tosi, Centri Commerciali, Ex Magazzini Generali

Due batoste capaci di tramortire arrivano dalla Regione Veneto

………in occasione dell’insediamento della seconda Amministrazione Zaia:  Esselunga e project financing
Esselunga,
già presente in corso Milano e in via Fincato, vuole un supermercato di fronte alla Fiera. Ripercorriamo la storia.
Ottobre 2004. Il sindaco Zanotto, con Fondazione Cariverona e Banco Popolare, presenta il Polo Finanziario: una “City” da realizzare sull’area dell’ex Mercato Ortofrutticolo. Progetto travolto e cancellato dal Centro Destra, dalle diffidenze reciproche e dalla crisi economica in avvio.
Maggio 2010. La Giunta Tosi cancella il Polo Finanziario Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Palazzo Forti in cambio di un parcheggio

Lettera inviata e pubblicata dal giornale l’Arena

A “L’Arena” – lettere al Direttore

Palazzo Forti in cambio di un parcheggio

In riferimento all’area degli ex Magazzini Generali, ascolto e leggo sui mass media cittadini affermazioni dai toni trionfalistici, come di accordi che segnano positivamente il futuro della città e dei Veronesi.

Bisbigliano le opposizioni in Comune e chi ha la possibilità di farsi sentire. Forse concordano.

L’operazione è un arretramento: Verona fa un passo indietro.

Cosa prevede l’accordo?

1) Il Comune di Verona vende, per 33 milioni, Palazzo Forti e l’isolato circostante alla Fondazione Cariverona, che ne diventa unico proprietario e si impegna, per 20 anni, a utilizzare il Palazzo come sede della Galleria d’Arte Moderna.

2) La “Polo Finanziario spa” vende al Comune di Verona l’area che il Comune stesso le aveva venduto nel 2005 con l’obiettivo di costruirvi il Polo Finanziario. Costo: 39,2 milioni. Il Comune versa 33 milioni grazie ai proventi della contestuale vendita a Cariverona di Palazzo Forti; la Fiera versa i rimanenti 6,2.

Si chiude così il braccio di ferro tra Comune e Fondazione Cariverona, grazie anche all’intervento della Fiera

3) Il Comune di Verona cede alla Fiera l’area, tornata di sua proprietà, che doveva essere sede del Polo Finanziario, ora destinata (temporaneamente?) a un parcheggio di 6.000 posti auto.

Di questo accordo si dovrebbe fare festa. Io non la faccio.

Valutino i concittadini:

* Viene annullato un progetto che avrebbe potuto segnare il futuro di Verona: quello del Polo Finanziario. Conosciamo le difficoltà, ma, in un tempo di assenza di idee, scartare le poche che emergono lascia perplessi.

* Va, di fatto, nel dimenticatoio il progetto di riqualificazione dell’area di Verona Sud.

* Palazzo Forti, parte importante del “lascito Forti”, non è più proprietà del Comune di Verona, cioè di noi cittadini. Fondazione Cariverona lo utilizzerà positivamente almeno per i prossimi 20 anni. Resta però la novità: non è più ‘nostro’.

* In cambio avremo un nuovo, grande parcheggio, in un’area preziosa per la città. Molti plaudono. A me piange il cuore nel vedere diventare parcheggio grandi spazi, in una zona che avrebbe potuto essere fondamentale per la “bella Verona”. I parcheggi si potevano fare in periferia. Saranno fonte di inquinamento. E poi (ricordo quante volte lo abbiamo chiesto, a partire dal 1999) le città che guardano al futuro non occupano il territorio cittadino per fare enormi parcheggi: li fanno sotto terra.

* L’associazione costruttori si lamenta per il blocco delle opere e dei cantieri. Cosa pensa di una Amministrazione che blocca importanti opere in Verona Sud?

Tito Brunelli

Verona, 30 maggio 2010

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona