Archivi tag: enti pubblici

La casta Tosi. Scricchiolii, pesanti, che noi cittadini non possiamo dimenticare

Chi dirige oggi AMIA? Ecco il CdA nominato dal sindaco Tosi:

– Presidente: Andrea Miglioranzi, coordinatore della Lista Tosi.

– Vicepresidente: Stefano Legramandi, tosiano.

– Renato Piccoli e Alessandra Visentin, presentati come tecnici. Nei fatti fedelissimi del Sindaco e militanti politici della Lega Nord.

– Gian Pietro Cigolini, amministratore delegato. Vicino a Tosi.

Nomine corrette nella forma.

* Ricordiamo che AMIA è stata aggregata ad AGSM, che diventa società madre. Condizione questa che ha reso legale la nomina di Miglioranzi alla presidenza di AMIA. La scelta non sarebbe stata legale se AMIA fosse rimasta azienda direttamente dipendente dal Comune.

L’aggregazione non ha modificato la struttura delle due aziende, che mantengono, con la propria funzione, l’autonomia operativa e gli organismi dirigenziali. Restano due presidenti, doppi consiglieri di amministrazione, doppi dirigenti e organismi gestionali. In più c’è un vicepresidente, non previsto, per non scontentare).

MiserieContinua a leggere

1 Commento

Archiviato in Riflessioni, Verona che non cambia

Il Sindaco di tutti i Veronesi?

Abbiamo letto questo slogan in città in campagna elettorale. In molti l’abbiamo sentito come uno schiaffo, un affronto alla verità, perché nei 5 anni precedenti, il sindaco Tosi ha fatto il contrario, dividendo i cittadini tra “i suoi” e gli altri, escludendo chi ha osato contrastarlo e premiando i servi.

Le mosse del Sindaco confermato procedono nella stessa direzione. Una verifica: il Sindaco ha nominato consiglieri di minoranza negli enti comunali solo nei casi in cui non ha potuto farne a meno e, ogni volta che è stato possibile, ha escluso rappresentanti della minoranza principale: quella di centro Sinistra.

Il Partito Democratico ha indicato per i CdA:

– Maurizio Sartori in AGSM;

– Hans Roderich Blattner in AMT;

– Luciano Sterzi in Verona Mercato;

– Stefania Sartori nell’Istituto Assistenza Anziani;

– Mauro Peroni in ICISS;

– Alessandra Bisdomini in AGEC; Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in I primi mesi della seconda Amministrazione Tosi

Nomine ‘politiche’: schifo perché?

Tutti quelli che hanno voluto hanno potuto vedere che:

– la priorità per il rieletto sindaco Tosi è sistemare le persone fedeli che si sono date molto da fare in campagna elettorale, alle quali ha fatto promesse, in una logica spartitoria: la nomina diventa un grazie, un forte legame e una distribuzione di poltrone. Avviene in tutta Italia. Lo verifichiamo a Verona. Non si cambia strada neanche in questo momento, in cui occorrerebbe individuare e porre in moto le migliori energie;

– la scelta degli assessori è stata fatta sulla base dei voti conquistati in campagna elettorale: i 10 più votati sono oggi assessori. Non ci si è curati di verificare se sono all’altezza del compito: i dubbi ci sono. In democrazia il seguito popolare è importante, ma non può essere l’unico elemento per la scelta. Determinanti devono essere la competenza nel settore, la capacità di guida, la garanzia della persona, la certezza che non c’è nessun interesse personale;

– le assunzioni sono state fatte con il criterio della fedeltà non alla politica, ma al capo.  Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in I primi mesi della seconda Amministrazione Tosi