Archivi tag: cristiani

Lettere a “Famiglia Cristiana” (10)

Riprendiamo dal sito di Famiglia Cristiana le lettere riguardanti le “distrazioni” del premier. Ognuna è seguita da un commento della nostra redazione. Al termine delle nove lettere, riporteremo la risposta del direttore di Famiglia Cristiana.

Dalla rubrica “Colloqui col padre” di “Famiglia Cristiana” n. 26 del 28 giugno 2009 – Direttore: Antonio Sciortino

LA REAZIONE DEI LETTORI SU COMPORTAMENTI DISCUTIBILI

Chi ha l’onore e l’onere di servire il Paese, per di più con una così larga maggioranza, ha il dovere di dedicare tutto il suo tempo al “bene comune” dei cittadini. Senza tante “distrazioni”.

Risposta alle lettere del Direttore don Antonio

«Il presidente del Consiglio non deve illudersi che la Chiesa taccia. La Chiesa non rinfaccia nulla a nessuno, per carità cristiana, ma è evidente che i vescovi hanno una precisa morale da difendere». Così comincia l’intervista a monsignor Ghidelli, vescovo di Lanciano e Ortona, noto biblista, apparsa domenica 21 giugno sul Corriere della Sera, a proposito delle vicende che hanno investito una delle più alte cariche istituzionali del Paese. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Riflessioni

Lettere a “Famiglia Cristiana” (9)

Riprendiamo dal sito di Famiglia Cristiana le lettere riguardanti le “distrazioni” del premier. Ognuna è seguita da un commento della nostra redazione. Al termine delle nove lettere, riporteremo la risposta del direttore di Famiglia Cristiana.

Dalla rubrica “Colloqui col padre” di “Famiglia Cristiana” n. 26 del 28 giugno 2009 – Direttore: Antonio Sciortino

LA REAZIONE DEI LETTORI SU COMPORTAMENTI DISCUTIBILI

Chi ha l’onore e l’onere di servire il Paese, per di più con una così larga maggioranza, ha il dovere di dedicare tutto il suo tempo al “bene comune” dei cittadini. Senza tante “distrazioni”.

Perché i preti non dicono “qualcosa di cristiano”?

Sono Liliana, sposata con Luigino da 36 anni e ho tre figli. Abbiamo avuto la fortuna di conoscerla durante l’indimenticabile pellegrinaggio dei lettori di Famiglia Cristiana “Sulle orme di san Paolo”, e le abbiamo espresso il nostro pieno appoggio per il suo coraggio nel proclamare il Vangelo. Le scrivo perché mi sono ritrovata in sintonia con il pensiero di Pina ’53 (FC n. 24/2009) e con la sua risposta, che ho fotocopiato e dato ai sacerdoti del mio paese. Lei chiede un “minimo di moralità” ai politici che ci governano, eppure i nostri bravi cattolici appoggiano persone poco trasparenti, che non hanno uno stile di vita sobrio e avversano l’accoglienza degli stranieri. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Riflessioni

Lettere a “Famiglia Cristiana” (8)

Riprendiamo dal sito di Famiglia Cristiana le lettere riguardanti le “distrazioni” del premier. Ognuna è seguita da un commento della nostra redazione. Al termine delle nove lettere, riporteremo la risposta del direttore di Famiglia Cristiana.

Dalla rubrica “Colloqui col padre” di “Famiglia Cristiana” n. 26 del 28 giugno 2009 – Direttore: Antonio Sciortino

LA REAZIONE DEI LETTORI SU COMPORTAMENTI DISCUTIBILI

Chi ha l’onore e l’onere di servire il Paese, per di più con una così larga maggioranza, ha il dovere di dedicare tutto il suo tempo al “bene comune” dei cittadini. Senza tante “distrazioni”.

È necessario un serio e rapido cambiamento

Leggo volentieri il suo giornale, che interpreta una visione del sociale che mi è affine. Sono rimasta sconcertata dalla protervia con cui chi ci governa di chiara d’essere vittima di calunnie, anziché dare una spiegazione dei suoi comportamenti, quanto meno “inusuali” per una figura istituzionale. Mi ha dato fastidio che anche i giovani industriali, all’incontro di Santa Margherita Ligure, abbiano manifestato un clima di simpatica “collusione”, battendo le mani e ridendo alle discutibili battute e barzellette del presidente del Consiglio. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Riflessioni

Lettere a “Famiglia Cristiana” (7)

Riprendiamo dal sito di Famiglia Cristiana le lettere riguardanti le “distrazioni” del premier. Ognuna è seguita da un commento della nostra redazione. Al termine delle nove lettere, riporteremo la risposta del direttore di Famiglia Cristiana.

Dalla rubrica “Colloqui col padre” di “Famiglia Cristiana” n. 26 del 28 giugno 2009 – Direttore: Antonio Sciortino

LA REAZIONE DEI LETTORI SU COMPORTAMENTI DISCUTIBILI

Chi ha l’onore e l’onere di servire il Paese, per di più con una così larga maggioranza, ha il dovere di dedicare tutto il suo tempo al “bene comune” dei cittadini. Senza tante “distrazioni”.

I giovani e il grande fascino dell’uomo di successo

Acquisto da molti anni la sua rivista e spesso ho desiderato scriverle, ma non ho mai dato seguito al mio impulso. Ora, però, il cuore trabocca. Nell’ultima campagna elettorale – in cui si è toccato il fondo dello squallore – si è levata una domanda drammatica: «Vi sentireste di far educare i vostri figli da chi è alla guida del Governo oggi?». Domanda arrivata troppo tardi, perché potesse far riflettere seriamente. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Riflessioni

Lettere a “Famiglia Cristiana” (6)

Riprendiamo dal sito di Famiglia Cristiana le lettere riguardanti le “distrazioni” del premier. Ognuna è seguita da un commento della nostra redazione. Al termine delle nove lettere, riporteremo la risposta del direttore di Famiglia Cristiana.

Dalla rubrica “Colloqui col padre” di “Famiglia Cristiana” n. 26 del 28 giugno 2009 – Direttore: Antonio Sciortino

LA REAZIONE DEI LETTORI SU COMPORTAMENTI DISCUTIBILI

Chi ha l’onore e l’onere di servire il Paese, per di più con una così larga maggioranza, ha il dovere di dedicare tutto il suo tempo al “bene comune” dei cittadini. Senza tante “distrazioni”.

La “correzione fraterna” è un dovere per i cristiani

Sono ormai al limite della sopportazione per i comportamenti di chi ci governa. Ora ha toccato il fondo della sua “piccolezza” con una barzelletta su Dio che diventa un suo dipendente, violando così il primo e il secondo comandamento, che ci ricordano di «Non nominare il nome di Dio invano…». Spero che lei, il suo giornale e, stavolta, anche la Chiesa diciate una parola forte contro chi non rispetta i valori cristiani e osa parlare di Dio con irriverenza. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Riflessioni

Lettere a “Famiglia Cristiana” (5)

Riprendiamo dal sito di Famiglia Cristiana le lettere riguardanti le “distrazioni” del premier. Ognuna è seguita da un commento della nostra redazione. Al termine delle nove lettere, riporteremo la risposta del direttore di Famiglia Cristiana.

Dalla rubrica “Colloqui col padre” di “Famiglia Cristiana” n. 26 del 28 giugno 2009 – Direttore: Antonio Sciortino

LA REAZIONE DEI LETTORI SU COMPORTAMENTI DISCUTIBILI

Chi ha l’onore e l’onere di servire il Paese, per di più con una così larga maggioranza, ha il dovere di dedicare tutto il suo tempo al “bene comune” dei cittadini. Senza tante “distrazioni”.

Il Paese in cattiva luce davanti a tutto il mondo

So che questa mia lettera verrà cestinata, ma provo ugualmente a mandargliela. Quel che sta succedendo, in questi ultimi tempi, in Italia mette in cattiva luce il nostro Paese davanti a tutto il mondo. Le vicende in cui è coinvolto chi ci governa con ragazze più o meno circondate dal mistero, più o meno fotografate e filmate, suscitano negli italiani una serie di domande, che non hanno ancora ricevuto risposta. Mi chiedo: perché sono poche le voci che cercano di aprire gli occhi agli italiani? Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Riflessioni

Lettere a “Famiglia Cristiana” (4)

Riprendiamo dal sito di Famiglia Cristiana le lettere riguardanti le “distrazioni” del premier. Ognuna è seguita da un commento della nostra redazione. Al termine delle nove lettere, riporteremo la risposta del direttore di Famiglia Cristiana.

Dalla rubrica “Colloqui col padre” di “Famiglia Cristiana” n. 26 del 28 giugno 2009 – Direttore: Antonio Sciortino

LA REAZIONE DEI LETTORI SU COMPORTAMENTI DISCUTIBILI

Chi ha l’onore e l’onere di servire il Paese, per di più con una così larga maggioranza, ha il dovere di dedicare tutto il suo tempo al “bene comune” dei cittadini. Senza tante “distrazioni”.

Che ne sarà del senso religioso della nostra gente?

Leggo le sue note settimanali sempre con grande interesse. Ieri abbiamo appreso delle ultime vicende che riguardano il nostro presidente del Consiglio, e non può immaginare che cosa, io e mio marito, abbiamo provato di fronte a tutte queste “performances”. Mi preme, però, che lei sappia anche del mio forte disappunto (e uso un termine particolarmente tenue) perché nessun cardinale abbia avuto nulla da ridire su queste autentiche porcherie. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Riflessioni