Archivi tag: Costituzione della Repubblica Italiana

Quello che il sindaco Tosi dice e quello che fa (13)

“In casi eccezionali di necessità e urgenza, indicati tassativamente dalla legge, l’autorità di pubblica sicurezza può adottare provvedimenti provvisori (circa la libertà personale), che devono essere comunicati entro 48 ore all’autorità giudiziaria e, se questa non li convalida nelle successive 48 ore, si intendono revocati e restano privi di ogni effetto” (Costituzione della Repubblica Italiana, n° 13)

Alla Commissione europea risponde il sindaco Tosi : il Comune tutela i suoi residenti

– la risposta di Frattini si limita a richiamare correttamente l’impianto della legislazione comunitaria in materia. Non valuta i provvedimenti di cui non è a conoscenza. Chiede chiarimenti al governo;

– è normale che un Comune tuteli i propri residenti. Fino a ieri a essere discriminati erano i cittadini italiani perché del 30% delle assegnazioni degli alloggi pubblici beneficiavano immigrati non residenti. Le delibere AGEC sono legittime: “Il nuovo regolamento non attua discriminazioni per la nazionalità d’origine: si concentra sul tempo di residenza in città, Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona, Flavio Tosi e gli immigrati: quello che dice - quello che fa, Riflessioni

Non emerge l’essenziale da questa “riforma” della scuola elementare (7)

Costituzione della Repubblica Italiana, n° 2 :

“La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale”

Stranamente (ma proprio stranamente?) non emerge l’essenziale da questa “riforma” della scuola elementare:

– non si accenna neppure al programma, al tipo di uomo e di cittadino al quale si guarda;

– mancano gli obiettivi;

– manca l’idea di una scuola nuova.

O si ignora quale sia il problema o lo si sa benissimo, ma non si vuole che se ne parli. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, La Scuola, Riflessioni

Quello che il sindaco Tosi dice e quello che fa (12)

“La libertà personale è inviolabile. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale né qualsiasi altra restrizione della libertà personale se non per atto motivato dell’autorità giudiziaria e nei soli casi e modi previsti dalla legge” (Costituzione della Repubblica Italiana, n° 13)

Delibere AGEC. Odore di discriminazione?

L’ASGI (associazione di studi giuridici sull’immigrazione) di Trieste e l’europarlamentare Donata Gottardi intervengono:

“In materia di accesso ad alloggi di edilizia residenziale pubblica di gestione comunale, le delibere AGEC introducono una disparità di trattamento a danno di cittadini di paesi membri dell’UE e dei cittadini appartenenti a paesi terzi regolarmente residenti. Pertanto sono in contrasto con il divieto di discriminazione dei cittadini residenti in base alla nazionalità, su base etnico razziale e sulla parità di trattamento tra lavoratori migranti e nazionali. Quindi Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona, Flavio Tosi e gli immigrati: quello che dice - quello che fa, Riflessioni

Quello che il sindaco Tosi dice e quello che fa (11)

“L’ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciute” (Costituzione della Repubblica Italiana, n° 10)

Odore di discriminazione? Metrature che tagliano giuste attese

Dicembre 2007. Il Sunia (sindacato inquilini) sporge denuncia al Tribunale europeo e all’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali sui criteri di idoneità abitativa stabiliti da AGEC, che rendono difficile ottenere l’alloggio e il permesso di soggiorno da parte degli immigrati. Infatti le metrature previste per abitabilità della casa pesano anche sul rinnovo di molti permessi di soggiorno dei regolari e sui ricongiungimenti con mogli e figli. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona, Flavio Tosi e gli immigrati: quello che dice - quello che fa, Riflessioni

Quello che il sindaco Tosi dice e quello che fa (10)

“La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto” (Costituzione della Repubblica Italiana, n° 4)

Molti cattolici veronesi manifestano imbarazzo e disagio per l’esclusione degli immigrati

*Carlo Melegari (Cestim)

Di fronte alle dichiarazioni di Tosi e Venturini, manifesta tutto l’imbarazzo e il disagio di molti che nella comunità cristiana veronese “sono impegnati nello sviluppo di una città solidale, di comunità locali accoglienti centrate sulle politiche di integrazione delle differenze, in difesa di coloro che, anche prossimi a noi,  sono sempre più esclusi dall’attuale modello di società, denunciando ogni atteggiamento discriminatorio e preconcetto” (Libro Sinodale). Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona, Flavio Tosi e gli immigrati: quello che dice - quello che fa, Riflessioni