Archivi tag: Consigli delle Circoscrizioni

Scricchiolii nella città che cambia. Amministrazione federalista? Proprio no

L’Amministrazione Tosi, con una serie di decisioni, stronca l’operatività delle otto Circoscrizioni cittadine:

– niente compenso economico ai consiglieri che partecipano alle riunioni;

– drastica diminuzione dei finanziamenti;

– notevole riduzione dei dipendenti a disposizione delle Circoscrizioni.

Meno personale = meno servizi nei quartieri.

I pochi soldi a disposizione sono per la gestione ordinaria e per la manutenzione delle strade: asfaltatura e cura del fondo, a partire dalla città antica dove non regge a lungo il porfido, assemblato con sabbia o resina.

Le Circoscrizioni vivacchiano e Antonio Lella, assessore al Decentramento, resta zitto e non muove un dito. Il suo predecessore, Marco Padovani, polemizza con lui e pone un dubbio: quando Lella era consigliere comunale si era più volte detto favorevole all’abolizione delle Circoscrizioni. La pensa ancora così? Se ha cambiato idea e ha scoperto il valore di queste istituzioni, le faccia funzionare.  Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Riflessioni, Verona che non cambia

Conosciamo la Lega Nord (2)

Circoscrizioni?

“Nel tempo dell’inganno, dire la verità è atto rivoluzionario” (Ernesto Che Guevara)

Autunno 2008. Campagna elettorale d’autunno del sindaco Tosi: annuncia che le Circoscrizioni passano da 8 a 4 e i Consiglieri da 24 o 18 a 10. La crisi economica lo impone.

Battuta di Gruberio (PdL): “La proposta è certamente di buon impatto propagandistico”.

Dopo qualche giorno, chi ne parla più?

Nel giugno 2010 il governo nazionale riprende il discorso. Come reagiscono Sindaco e amministratori locali?

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Conosciamo la Lega Nord, Riflessioni

Riflessioni: il bilancio del Comune di Verona

agsm-farmaciecomunalib) Musei

Giugno 2008. Dall’1 luglio il biglietto di ingresso a monumenti e musei scaligeri aumenta di due euro:

– sarà di 4,50 euro per visitare il museo Maffeiano, la tomba di Giulietta, il museo del Teatro Romano e quello di Storia Naturale;

– sarà di 6 euro per visitare l’Arena, il museo di Castel Vecchio, la Torre dei Lamberti, palazzo Forti e la casa di Giulietta.

– per studenti, comitive, militari, volontari del servizio civile e iscritti all’Università della Terza Età i biglietti aumenteranno di un euro;

– non pagano i bambini fino ai 7 anni, gli anziani sopra i 65 anni residenti a Verona, i portatori di handicap e i loro accompagnatori.

– si prevede un ingresso agevolato (un euro) nelle prime domeniche dei mesi invernali, da ottobre a maggio.

– i biglietti cumulativi passano da 5 a 7 euro. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona, Il bilancio del Comune di Verona