Archivi tag: conflitto d’interessi

Complicazioni nel caso Traforo

 Dicembre 2012. Esplode il caso Andrea Sardelli. Il vice presidente del Consiglio comunale, eletto con la Lega Nord, poi nel gruppo misto per rendere possibile che due leghisti (Luca Zanotto e lo stesso Sardelli) siano oggi Presidente e vicepresidente del Consiglio, diventa anche vice presidente della Mazzi Costruzioni, in rappresentanza del socio di minoranza, parte del gruppo A4Holding (società mista pubblico-privato a cui partecipa anche il Comune di Verona) che gestisce l’autostrada Brescia-Padova, che ha messo a bilancio 54 milioni per il traforo. La stessa impresa di costruzioni è titolare, con altri, di importanti appalti in project financing assegnati dal Comune di Verona tra cui il filobus e il parcheggio dell’ex Gasometro.

Sperotto denuncia il conflitto di interessi per Sardelli: come vicepresidente del Consiglio comunale, dove rappresenta gli interessi dei Veronesi, può influire su attività e appalti pubblici. “Come può decidere con serenità e indipendenza se rappresenta contemporaneamente gli interessi della società privata che a Verona si è aggiudicata molti appalti importanti?”.

Bertucco: “La Mazzi Costruzioni ha vinto appalti per opere comunali importanti, traforo compreso, e Sardelli mai aveva mostrato competenza in materia”. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Traforo Torricelle

A Illasi la frattura nella maggioranza è profonda

da “Un viaggio nella Lega Nord” (27)

Accusa pesante: ci sarebbe stata opera di convincimento su proprietari perché inserissero come edificabili i loro terreni, utilizzando domande già predisposte e firmate dai tecnici, pronte per il protocollo.

Linea di divisione della maggioranza è il Piano di assetto del territorio: divergenze insanabili sulle aree da valorizzare. Accuse reciproche di difesa di clientele e di rapporti non chiari con i privati.

* L’ex Sindaco: “Abbiamo garantito che il progettista potesse lavorare al meglio per il bene di tutti. Se avessimo voluto fare l’interesse nostro e mantenere il potere sarebbe bastato accettare i compromessi che qualcuno pretendeva. Non l’abbiamo fatto per rispetto agli elettori”. Si dichiara “orgoglioso di aver risanato il bilancio comunale, di aver chiuso il 2010 con un attivo e di aver concluso, anche se non approvato, il PAT”.

* Paolo Fasoli, ex assessore all’Urbanistica e consigliere provinciale della Lega Nord: “Non ci siamo piegati a compromessi; abbiamo resistito alle pressioni di inserire come edificabili nel PAT aree che secondo noi non era opportuno inserire: Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Riflessioni, Un viaggio nella Lega Nord

Illasi: Lega Nord piglia tutto

da “Un viaggio nella Lega Nord” (26)

Non solo Bovolone, Nogara, Legnago, Bussolengo, Zimella, Oppeano, Sommacampagna, ATV, Arcole, Albaredo e San Bonifacioma anche Illasi

Dal giugno 2009 l’Amministrazione è guidata dal sindaco civico Giuseppe Vezzari.

La maggioranza comprende due civiche prevalentemente di Centro Destra e la Lega.

Fine giugno 2011. A due anni e cinque mesi dall’insediamento, cade l’Amministrazione in seguito a una mozione di sfiducia presentata da 5 dei 12 Consiglieri della maggioranza, tra cui il vicesindaco e due assessori, e dai 5 dell’opposizione. Nuove elezioni nella primavera 2012.

Consigliere Fasoli: “Quando si è deciso del nuovo piano urbanistico sono emerse le pretese di alcuni Consiglieri che se la sono presa perché alcune aree non sono divenute edificabili”.

Bruno Zambaldo, ex vice sindaco, tra i promotori della sfiducia: “Vezzari non ha tenuto unito il gruppo; si è appiattito sulle posizioni della Lega invece di affrontare i malumori in maggioranza”.

Motivi dei cinque dell’ex maggioranza: “Non abbiamo sottoscritto un Piano di Assetto del Territorio già approvato dalla cerchia del Sindaco senza che ne conoscessimo le conseguenze urbanistiche e demografiche nel tempo. Neppure la commissione edilizia ha potuto vederlo anche solo per un parere tecnico: tutto doveva rimanere blindato”. Favori agli amici? Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Riflessioni, Un viaggio nella Lega Nord