Archivi tag: Comune Verona

Manutenzione strade comunali : Comune e AGSM collaborano?

Autunno 2013. Borgo Venezia – via Zeviani.  Primi di ottobre: vengono rifatte le strisce pedonali.

16 ottobre: AGSM rinnova le tubature del gas. Le strisce pedonali non ci sono più.

Fine mese: il Comune rifà le strisce pedonali. Tutto in un mese. Fare per poi disfare e fare di nuovo. Si spreca denaro pubblico.

Perché Comune e AGSM non coordinano gli interventi?

Il discorso vale per strade e marciapiedi: se si asfalta una strada, perché non si fa altrettanto per i marciapiede?

Giugno 2014. Contesa sul ripristino dell’asfalto al termine dei lavori sui sottoservizi; Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in AGSM, Verona di tutti i giorni

Scricchiolii. Quale attenzione ai poveri?

Autunno 2012. Chi è povero a Verona? Famiglie numerose; genitori soli con figli a carico; persone licenziate; famiglie che conducevano un’esistenza dignitosa e si trovano senza lavoro, con affitto e bollette da pagare, depositi cauzionali, spese condominiali, libri scolastici, utenze: i conti non tornano. Le persone che chiedono aiuto ai Servizi sociali del Comune, in drastico aumento, sono 130 fino al 13 settembre. Soldi messi a disposizione dal Comune: 185.000 euro. L’aiuto è di 1000 – 1500 euro per chi, per situazioni contingenti, come la perdita del lavoro, non è in grado di fronte, momentaneamente, alle proprie spese. Occorre mostrare possibilità di recupero.  Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Riflessioni, Verona che non cambia

Scricchiolii. Di quanti dirigenti e vice dirigenti ha bisogno il Comune di Verona?

Sono aumentati o diminuiti con l’Amministrazione Tosi?

Lettera anonima in Comune, su un presunto numero eccessivo  (174) di sub-dirigenti, a fronte di 56 dirigenti. La loro posizione determina un aumento dello stipendio dai 5.200 ai 16.000 euro l’anno, con fasce intermedie, a seconda delle responsabilità e del carico di mansioni.

– Assessore al Personale Enrico Toffali: “Gli uffici esamineranno la denuncia ai primi di ottobre”.

– Direttore generale Renato Piccoli: “Il riconoscimento (un premio di produttività), concordato con i sindacati, è legato a una attività; non è detto che continui negli anni. Non si tratta di benefit corposi: gli stipendi non superano i 1500 euro netti al mese, per 13 mensilità”.

Non ne conseguono variazioni per le casse comunali: il “di più”, attinto dal fondo Risorse fisse (7 milioni all’anno), destina alle posizioni al massimo 1.800.000 euro.

– Daniele Polato (PdL): “Il Consiglio vari linee guida per le verifiche, altrimenti cambierà poco”.

Il dubbio è che mansioni di responsabilità siano assegnate con metodo clientelare. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Riflessioni, Verona che non cambia

Filobus. Chi paga? Nell’indifferenza dei Veronesi

Fine luglio – metà agosto 2012.

E’ disponibile il contributo statale di 86 milioni (il 60% della spesa totale).

Per pagare la cifra restante, AMT ha acceso con Banca Popolare di Verona un mutuo per una quarantina di milioni, da recuperare con soldi incamerati dal Piano della Sosta.

Nel caso che AMT non abbia più la gestione della sosta, che va in gara, il Comune garantisce i tre milioni all’anno per pagare il mutuo.

La firma definitiva del contratto è fissata per il 31 agosto.

In ogni caso pagano i cittadini. A proposito di quanto ci è stato ripetuto: i cittadini non verseranno neppure un euro! Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona

Accelerata per il filobus

Luglio 2012. Sì al filobus da parte della Commissione della Provincia per la Valutazione di Impatto Ambientale. I lavori dovrebbero cominciare a inizio 2013 e concludersi entro tre anni.

Sono 23,8 chilometri, di cui 16 fuori le mura (dove il mezzo procederà a trazione elettrica, con le bretelle) e 7 in centro città, con motore diesel Euro 6. Trasporto fino a 140 passeggeri.

Costo previsto: 143 milioni, dei quali 86 da parte dello Stato.

Prescrizioni da rispettare:

– il Comune dovrà costruire, con propri soldi, i parcheggi scambiatori di Ca’ di Cozzi, San Michele Extra e Verona Sud: andranno collaudati prima della messa in esercizio del filobus. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona

Filobus. Avanti, ma …

Polemiche tra ex alleati sul filobus. Che ne sarà di via IV Novembre?

Luglio 2012. Alberto Bozza, capogruppo PdL in Provincia, fino a maggio Presidente della II^ Circoscrizione, richiama l’attenzione sulla possibilità che via IV Novembre diventi strada a senso unico: “Tra Borgo Trento e Ponte Crencano i problemi saranno parecchi.

Primo: il parcheggio scambiatore di Ca’ di Cozzi, da 1000 auto, nodo di tutto il sistema. Dovranno costruirlo (come opera compensativa) i privati che realizzeranno il traforo. Ma se il traforo non si dovesse fare chi lo costruirà?”.

Secondo: via Ca’ di Cozzi, con due corsie riservate al filobus al centro della strada e due (al posto delle attuali quattro) per il traffico privato: “All’incrocio con la strada per Quinzano l’intasamento sarà notevole. Altrettanto all’incrocio con la strada per Avesa: lì le corsie si scambiano, col filobus che passa sulle fasce laterali e le auto al centro della strada. Ma chi arriva dalla collina come farà a mettersi sulla strada e ad andare verso il centro?”. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona

AGSM – AMIA. L’affare dell’estate 2012

Poniamo all’attenzione dei nostri lettori sei articoli su quello che chiamiamo l’affare dell’estate 2012: l’aggregazione tra AGSM e AMIA. Leggendoli man mano che verranno pubblicati ci renderemo conto di come procedono la nostra città e la politica in generale, tra contraddizioni e obiettivi che sono spesso ad un passo, ma che scappano un po’ più in là, per cui è difficile raggiungerli. Se chi governa imparasse a dire la verità, faremo un passo in avanti decisivo. Ma non succede.

Le informazioni fornite si fermano al ferragosto 2012. 

AGSM – AMIA. L’affare dell’estate 2012

I dati

AGSM. Fatturato: dai 602 milioni del 2010 ai 655,48 del 2011. Utile: dai 9,8 milioni del 2010 ai 7,2 del 2011 (calo del 30%). Aziende collegate: AGSM Energia (vende energia e gas), AGSM Distribuzione, AGSM Trasmissione. Investimenti nel 2011: 33,7 milioni in impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili e sviluppo di infrastrutture. Cerca partner finanziari internazionali.

Il Partito Democratico: “Al termovalorizzatore di Ca’ del Bue arriveranno rifiuti speciali”. AMIA: “Saranno semmai avviati a selezione, non a termovalorizzazione, prevista solo per i rifiuti urbani”. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in AGSM – AMIA. L’affare dell’estate 2012