Archivi tag: Cattolica Assicurazioni

Scricchiolii. Quanto è cattolico il comportamento di Cattolica Assicurazioni?

Un anno e mezzo fa, durante l’Assemblea dei soci di Cattolica Assicurazioni (io sono uno di loro), il sindaco Tosi intervenne non per un semplice saluto, ma per invitare a votare uno dei candidati alla presidenza (lo stesso da me sostenuto). Pensavo che la posizione del Primo Cittadino fosse presa per il bene della città. Nelle retrovie qualcuno a lui vicino mi bisbigliò di un patto tra il sindaco Tosi e la Presidenza in pectore: prevedeva contropartite e favori personali, tra i quali la nomina della sorella del Sindaco nel CdA di una importante partecipata e l’inserimento nel Consiglio di Amministrazione di Cattolica dell’avv. Maccagnani, dominus del Sindaco nella finanza scaligera. Non badai alle voci. Pensavo che fossero provocazioni Continua a leggere

Annunci

1 Commento

Archiviato in Riflessioni, Verona che non cambia

Finalmente riprende il percorso verso l’approvazione del bilancio comunale 2011

da “Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011″ (20), ultima puntata.

* 11 maggio: in Giunta riprende la discussione sul bilancio 2011. Era tutto fermo dal 18 febbraio, in attesa della certezza di disporre dei soldi attraverso la vendita di quote della Fiera, utili per incassare i soldi per pareggiare le spese correnti del bilancio 2011 e pagare i servizi ai cittadini.

Solo in maggio si può concludere la questione bilancio comunale. Perché?

Il 30 aprile sono stati eletti 6 membri del CdA di Cattolica Assicurazioni. Tra essi il nuovo uomo forte: Giovanni Maccagnani, che agisce in persona del sindaco Tosi. Maccagnani già presiede alle elargizioni di Fondazione Cariverona; ora gestisce anche le elargizioni di Cattolica Assicurazioni, il cui gruppo dirigente è fortemente legato al Sindaco. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011, Riflessioni

Enti economici veronesi (5)

Interventi e opinioni sulla nuova situazione della finanza veronese, sempre più influenzata dall’uomo solo al comando

Problematici

Avvenire del 24-6-11

Cattolica Assicurazioni conta di raddoppiare gli utili nei prossimi tre anni: dai 70 milioni del 2010 ai 140 nel 2013, dice l’amministratore delegato G. Battista Mazzucchelli. Si punta a una crescita decisa del ramo Vita (da 16 a 50 milioni) e più contenuta nel ramo Danni (da 54 a 90 milioni). Per sostenere la crescita, Cattolica svilupperà opportunità nel mercato delle piccole e medie imprese; rafforzerà la rete di agenzie e quella di servizio al cliente..

Nota finale del giornalista: “In una giornata difficile per la Borsa, il titolo di Cattolica non si è salvato dal rosso; ha chiuso con un passivo dell’1,9%”.

Perché? E’ vero che tutto va bene? Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in enti economici veronesi, Riflessioni

Enti economici veronesi (4)

Interventi e opinioni sulla nuova gestione della finanza veronese, influenzata dall’uomo solo al comando.

Favorevoli

L’Arena (1-5-11).

Cattolica torna a fare sistema con il suo territorio. Si ritrova una sintonia istituzionale, dopo l’esperienza ormai trapassata del Polo Finanziario, tra la compagnia e gli enti territoriali scaligeri.

Sindaco Tosi.

Ringrazio il presidente Bedoni e i collaboratori: oggi c’è una ritrovata unità di intenti tra enti e istituzioni nell’area economica del Garda. Si sono fatti i parcheggi per la Fiera; le realtà finanziarie veronesi dialogano; la politica, con funzioni e ruoli distinti, collabora per il bene comune”.

Giovanni Sala, vice presidente di  Cariverona, parla di “affinità elettive” tra Cattolica e Cariverona. “In Cattolica ci sono spazi di miglioramento: tutto induce a credere in essa; in futuro ci potrà essere una collaborazione proficua e duratura”. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in enti economici veronesi, Riflessioni

Enti economici veronesi (1)

Rivoluzione negli Enti economici che fanno riferimento a Verona.

Protagonista: il sindaco Flavio Tosi.

Da molto tempo (2-3 anni) di lui non si parla più per le sue ‘imprese’ amministrative, quelle proprie di ogni sindaco.

Da un anno e più di lui si parla e si legge per i suoi interventi politici a livello nazionale e per il suo ruolo di guida della finanza e delle banche, non solo locali, non legate alla sua funzione di Sindaco.

Anzi, pare proprio che un Sindaco e una Giunta comunale a Verona non ci siano.

Partiamo da Cattolica Assicurazioni

Un po’ di storia su Cattolica

– Cattolica Assicurazioni è nata 115 anni fa, il 27 febbraio 1896 nelle sagrestia di Sant’Eufemia con 34 soci: 20 laici e 14 sacerdoti, con il patrocinio dell’Opera dei Congressi e dei Comitati cattolici d’Italia. Oggi conta 24.695 soci, di cui circa 20.000 veronesi.

– Primavera 2010. Assemblea di Cattolica Assicurazioni. Il sindaco Tosi appoggia la componente che fa capo al presidente Paolo Bedoni e ne chiede la conferma: “Non è il momento di cambiare”. I rapporti tra Comune e Cattolica si fanno sempre più stretti. Emergono le prime ipotesi di ingresso di Cattolica in Fiera e ‘cordiali intese’ con Banca Popolare di Vicenza, il cui presidente, Gianni Zonin, è vice presidente  e primo azionista di Cattolica. Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in enti economici veronesi, Riflessioni

Flavio Tosi è il Sindaco di Verona o un finanziere veronese

Cattolica Assicurazioni

Verona cambia pelle. I Veronesi se ne accorgono? Leggo i resoconti dell’assemblea di Cattolica Assicurazioni: affermazioni contraddittorie.

Un esempio per capirci, riferito al mondo della Sanità. Diciamo: “Fuori la politica dagli ospedali – Voglio essere operato dal medico più bravo, non da quello che ha la tessera del partito che comanda o che è amico del potente”. Dirigente sanitario e primario devono essere il manager o il medico migliore, non la persona di fiducia del politico che conta.

Una domanda, con risposta ovvia: esiste l’autonomia della cultura, della ricerca, dell’economia, della finanza, … oppure è il politico potente che decide e condiziona tutto, in nome dell’unità del progetto, in puro stile stalinista?

Un ricordo. Ero bambino. Nella mia casa di Velo era conservato un libro in uso nelle scuole elementari nel periodo fascista. Ho presente la copertina: sfondo nero; una finestra illuminata al centro; la figura del duce in trasparenza. Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Commenti