Archivi tag: Bovolone

Amministrazioni locali nel veronese. Se questa è la Lega Nord …

1) Comune di Bovolone

Giugno 2009. Riccardo Fagnani, della Lega Nord, è il neo sindaco. Cominciano presto le spaccature all’interno della Lega locale. Conseguenze: il Sindaco leghista viene espulso dalla Lega Nord e, nel febbraio 2011, la Lega Nord decreta la caduta dell’Amministrazione comunale, dopo soli 20 mesi dall’elezione. Di nuovo alle urne. Delusione nella comunità locale.

2) Comune di Nogara

Marzo 2010. Simone Falco, 27 anni, Lega Nord, è il Sindaco di Nogara. Primo e unico scontro e fallimento è sull’ospedale locale, in chiusura. L’Amministrazione, a fine dicembre 2010, dopo soli 9 mesi dall’elezione, cade per incomprensioni interne alla maggioranza. Il Sindaco viene giudicato incapace. Delusione per la comunità locale.

3) Comune di Legnago

Primavera 2009. Roberto Rettondini, della Lega Nord, è Sindaco di Legnago.

Ottobre 2009. La Giunta si aumenta gli stipendi (retrocederà per i pareri negativi di Anci e Corte dei Conti). Ne consegue l’abbandono di Lucio Martinelli, il consigliere, leghista, più votato.

Primavera 2010. Due figli di papà diventano consiglieri, pagati, della casa di riposo: Raganà Luca, figlio del Presidente del Consiglio comunale (PdL) e De Lorenzi Matteo, figlio dell’assessore leghista Maurizio.

Altri tre incarichi vengono assegnati a parenti di amministratori.  Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Un viaggio nella Lega Nord

A Bovolone cade un mito : quello del Sindaco della Lega Nord, bravo per definizione

da “Un viaggio nella Lega Nord” (5)

Con il Sindaco leghista Bovolone ha fatto poca strada: in paese è diffusa la voce che si è trattato di un governo misero, guidato da persone inadatte, non preparate, che conoscevano poco il paese, provenienti da esperienze particolari, lontane dal senso e dalla coscienza del bene comune.

Bovolone e, vedremo, Nogara sono crepe clamorose nel movimento leghista che, in tempi vicini ma lontanissimi, faceva di unità, compattezza e disciplina di partito il tratto distintivo della sua proposta politica, fino a vantarsi della sua organizzazione “stalinista”. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Un viaggio nella Lega Nord

Dicembre 2010. Bovolone: la Lega Nord espelle il Sindaco leghista

da “Un viaggio nella Lega Nord” (4)

La Lega provinciale continua a sostenere l’Amministrazione, ma espelle il sindaco Fagnani, voluto dalla Lega stessa, perché ha messo in cattiva luce esponenti della Lega locale: divergenze col segretario locale Ferrari.

Orfeo Pozzani, capogruppo: “Se si rispetta il programma e si condividono le iniziative, voteremo a favore; altrimenti decideremo caso per caso”.

Sindaco Fagnani: “Sarebbe un male per tutti il terzo commissariamento del Comune in 5 anni. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Un viaggio nella Lega Nord

Bovolone: il fallimento della Lega Nord

da “Un viaggio nella Lega Nord” (3)

Bovolone. Febbraio 2010.  Il Sindaco rompe il gemellaggio con Stadecken Eisheim

L’intero paese accusa il Sindaco di scarsa diplomazia e di poca sensibilità: senza spiegazioni rompe il gemellaggio con la cittadina tedesca di Stadecken Eisheim: getta alle ortiche un interscambio culturale ed emotivo. I cittadini non comprendono.

Luglio 2010. Il Sindaco della Lega Nord contro il segretario locale della Lega Nord

Il Sindaco revoca l’incarico di Assessore al Sociale e caccia dalla Giunta comunale Fabrizio Ferrari, segretario della Lega Nord di Bovolone. E’ sfida tra i due.

Il Sindaco: “Ferrari ha altre cose da fare in quanto segretario del partito. Io sono severo con i miei assessori. Sono emersi alcuni contrasti. Ho preferito ritirargli la delega”. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Un viaggio nella Lega Nord

Il fallimento della Lega Nord nei Comuni del veronese

da “Un viaggio nella Lega Nord” (2)

Domenica 6 novembre. Trasmissione televisiva “Che tempo che fa”. Il ministro Maroni risponde a Fabio Fazio: “Noi della Lega siamo persone serie”. E’ il Popolo delle Libertà che deve risolvere i suoi problemi. “Noi prendiamo le nostre decisioni perché sono giuste, non perché ci fanno guadagnare voti”.

Purtroppo non è vero. Ancora una volta ci ingannano.

Il fallimento della Lega Nord nei Comuni del veronese lo vediamo partendo dal Comune di Bovolone.

Giugno 2009. Riccardo Fagnani, della Lega Nord, è eletto Sindaco di Bovolone. Nell’unica lista “Bovolone Protagonista” cinque sono gli eletti della Lega e sette sono espressione civica.

Novembre 2009.   La “reginetta di bellezza” lascia la maggioranza Beatrice Mantovani, consigliere della Lega Nord, descritta dai colleghi di partito come capricciosa, smorfiosa e vanitosa, si vede togliere le deleghe a Pari Opportunità e Affari comunali. Motivazioni del Sindaco: “Approfitta dell’essere l’unica donna per forzare i rapporti. Si pavoneggia a reginetta di bellezza quando tutti gli altri vogliono dare un’immagine di serietà e professionalità. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Un viaggio nella Lega Nord