Archivi tag: bambini

L’ultimo può essere il bambino, può essere l’anziano, può essere il cittadino

da: La Verona del sindaco Flavio Tosi (19)

Cosa è il bene per il bambino?

Vivere in un ambiente di affetti intensi, di presenze e di premure permanenti; godere della vicinanza di una madre e di un padre; sperimentare affetti il più possibile duraturi e completi.

Lo Stato, se vuole il bene dei suoi cittadini più piccoli e fragili, ha il dovere di riconoscere e promuovere la famiglia stabile, matura, capace di accogliere i figli propri e altri familiari e di accompagnare nell’amore disinteressato bambini i cui genitori non sono stati nelle condizioni di formare una famiglia solida. Il discorso, nei diversi ruoli, vale anche per la scuola.

Cosa è il bene per gli anziani?

Che vivano con i figli o da soli, soprattutto se non autosufficienti o parzialmente autosufficienti o malati, hanno bisogno di restare nel loro ambiente di vita, con gli affetti più intimi, con figli e amici. Lo verifichiamo tutti.

Cosa è il bene per i cittadini? Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in La Verona del sindaco Flavio Tosi, Riflessioni

Dalla parte dei bambini

Pranzo a scuola. Un Comune mette sulla tavola di alcuni bambini pane e acqua. Causa: i genitori non pagano la retta per il pranzo.

Un imprenditore decide di pagare lui gli arretrati e i pasti del futuro.

Dare pane e acqua è grave. Ma il peggio è che gli altri genitori se la prendono con il donatore. Anch’essi non pagheranno la retta.

Leggiamo nella Bibbia: “Godete del bene degli altri”. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti

Esiste un’altra Italia (3)

Continua la lettera del Sindaco di Cassinetta, la prima parte è stata pubblicata il 19 maggio 2010 e la seconda il 26 maggio 2010.

Siamo nel tempo di Pasqua. La gran maggioranza di voi ha festeggiato la Resurrezione di Gesù. Lo stesso Gesù che se fosse nato oggi, in Italia, magari in una catapecchia della periferia milanese, non sarebbe stato salutato con riunioni di gioia e cori di giubilo, bensì con presidi di protesta e cori razzisti.
Se siete credenti e cristiani e vi recate in chiesa tutte le domeniche, udirete parole che invitano all’amore. Ascoltatele.
Non prestate orecchio a chi, ostentando un fazzoletto verde nel taschino o una spilletta con uno spadone puntato in alto, a pochi metri del sagrato della chiesa, vi indica come unica strada da percorrere quella della paura, dell’odio e dell’intolleranza. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti

Esiste un’altra Italia (2)

Continua la lettera del sindaco di Cassinetta di Lugagnano, la prima parte è stata pubblicata il 19 maggio 2010.

Cari cittadini e cari amici,
di fronte a questi episodi, cartine di tornasole di cosa è diventato il nostro paese, non posso tacere. Non posso non gridare il mio disprezzo umano e politico per chi nell’intento di ottenere voti e approvazione, non riuscendo a far pagare genitori morosi, si inorgoglisce nel prenderne a calci i figli. Si inorgoglisce. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti

Esiste un’altra Italia (1)

E’ arrivata una lettera scritta da Domenico Finiguerra, Sindaco di Cassinetta di Lugagnano (Milano). Condividiamo il contenuto: è occasione per una riflessione radicale sul momento politico e sulla responsabilità che esso richiede. La pubblichiamo divisa in tre parti. Chi vuole bene all’Italia e alla democrazia non può assistere e far finta di niente.

Esiste un’altra Italia

Cassinetta di Lugagnano.
Condividiamo la speranza e la volontà di contribuire alla costruzione di un futuro migliore e diverso per i nostri figli. Sono stato eletto nel 2002 e riconfermato nel 2007 alla guida di una lista civica. Senza nessun legame con i partiti. Ma la mia storia personale e le mie idee mi collocano nella parte del campo che si contrappone (o sarebbe meglio dire dovrebbe farlo) all’attuale maggioranza di governo guidata da Silvio Berlusconi e da Umberto Bossi. E’ per me indispensabile manifestare apertamente il mio pensiero rispetto alla deriva culturale e all’impoverimento civile che sta interessando l’Italia. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti