Archivi tag: aumento tasse

Bilancio consuntivo dell’era Tosi. Anno 2010

da “Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011″ (5)

E’ bene soffermarsi sulla tabellina che segue, illuminante rispetto a una Giunta che accusava la precedente di “mettere le mani nelle tasche dei cittadini”. Mette a confronto la percentuale di copertura dei principali servizi a domanda individuale da parte dei cittadini.

Ci occupiamo ora non di opere ma di servizi, la parte corrente di bilancio. Il livello medio dei servizi comunali è buono e non da oggi, ma sui costi attuali è bene riflettere. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Il bilancio del Comune di Verona per il 2010 e per il 2011, Riflessioni

Scuola primaria pubblica. Chi custodisce le mense?

* Un nuova questione, figlia della “riforma Gelmini”: si toglie la copertura finanziaria per il servizio di sorveglianza  durante l’orario di mensa. La scuola chiede il contributo ai genitori: “una nuova tassa”.

Gli istituti ricorrono a cooperative con personale esterno e chiedono ai genitori di pagare.

In Borgo Roma, ad esempio (scuole Meneghetti – Giuliari – De Amicis) si chiedono 65 euro a studente. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona, La Scuola, Riflessioni

Crisi economica. Dramma o questione psicologica? (22)

La crisi economica: dramma per milioni di persone e di famiglie o questione psicologica?

La sintesi che preoccupa:

– debito pubblico verso il 120%;

– deficit oltre il 5%;

– disoccupazione vicina alle due cifre, in crescita;

– tasse di fatto più alte;

– entrate fiscali in calo: evasione in crescita;

– soldi pubblici: si raschia il fondo del barile, anche a causa di fiaschi quali le operazioni Ici, Alitalia e Malpensa (miliardi spesi per salvare Alitalia e per fare Malpensa, con quali vantaggi?);

– dovere di ricostruire l’Abruzzo terremotato;

– piccole e medie aziende in crisi;

– poveri in aumento.

* Con il governo Prodi, i conti dello Stato erano tornati a posto e il debito pubblico, dopo la cura all’inverso del precedente governo Berlusconi, era sceso al 104,6%.

Il timore è che si torni come prima, con ripercussioni sulle generazioni future. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Commenti, crisi economica, Riflessioni