Archivi tag: auguri

Buon Natale 2012

gesu_presepe

Un germoglio. Cosa è un germoglio? E’ piccolo. Occorre fermarsi per fissarlo e vederlo, altrimenti è come se non esistesse. Si può calpestare sotto le scarpe o distruggere con le dita. Eppure quel piccolo essere può diventare una grande pianta, capace di ospitare gli uccelli del cielo desiderosi di ombra.

L’Antico Testamento vede in quel germoglio l’immagine del Messia che viene. E’ come un granello di senapa ma diventerà grande: il Figlio dell’Altissimo che viene tra noi per accompagnarci nel nostro cammino di persone, di famiglie, di società. Non è invadente; quasi non si vede e non si fa vedere. Però è la luce del mondo, di chi vuol vedere. Chi lo vuol vedere lo vede. E’ lui che rende concreta la nostra speranza. E’ lui che sostiene, tanto più quando pare di brancolare nel buio, il cammino di noi suo popolo. Continua a leggere

Annunci

1 Commento

Archiviato in Commenti

Natale

Ultimo dell’anno di parecchi anni fa. Festeggiavamo la fine dell’anno. E’ venuta a mancare la luce. Eravamo tanti in piccolo spazio: tutti fermi e perduti. Dopo un po’ di tempo, un lumino si è acceso: si vedeva poco, ma si vedeva. La luce. Grande applauso.

E se l’oscurità fosse durata a lungo?

Ogni anno, a Natale, ripenso a quella serata. Ascolto la lettura biblica sulla Luce che si accende.
Ringrazio Gesù: luce che illumina il cammino di chi Lui tira a sè, di tutti noi.
Questo nostro tempo, quello che ci è dato di vivere, ha bisogno di Luce: lo sappiamo bene.
Il problema è chiaro: crediamo che Gesù è la Luce o la cerchiamo altrove? O non la cerchiamo neppure?
E’ Lui la luce che illumina il mondo, la nostra vita, quella delle nostre famiglie.
Possiamo cogliere l’occasione per vedere: per il bene nostro, di chi ci sta vicino, di tutti.
Allora sarà il Natale del Signore.

Buon Natale

Tito Brunelli

Lascia un commento

Archiviato in Commenti

Augurio di Pasqua

Conosciamo queste parole. Le riascoltiamo.

Chi le ha scritte continua ad accompagnarci e ci sprona, con la forza del Risorto

“Vorrei che potessimo liberarci dai macigni
che ci opprimono ogni giorno:
Pasqua è la festa dei macigni rotolati.
La mattina di Pasqua le donne, giunte nell’orto, videro il macigno rimosso dal sepolcro.
Ognuno di noi ha il suo macigno.
Una pietra enorme messa all’imboccatura dell’anima che impedisce la comunicazione con l’altro.
E’ il macigno della solitudine, della miseria,
della malattia, dell’odio,
della disperazione del peccato.
Pasqua allora sia per tutti il rotolare del macigno, Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti

Auguri di Natale

Rinascere ogni giorno è la festa della vita

Fa bene ascoltare queste parole del Concilio Vaticano secondo:

“Il mondo di domani è nelle mani di coloro che sanno trasmettere alle nuove generazioni ragioni di vita e di speranza”.

E’ il Natale, per laici credenti e non credenti laici.

Dall’esperienza del Bambino che nasce prendono l’avvio un grande cammino di fede, una grande civiltà, una grande cultura, un grande servizio all’uomo e all’umanità intera. E’ la civiltà dell’andare incontro all’altro, del male che si vince con il bene: la civiltà dell’amore. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti

Auguri di Natale

ghirlanda-natale

Natale richiama auguri: è una bella tradizione, importante se viene ri-motivata e compresa.

L’augurio di Natale è quello di vivere bene, di accorgerci di ciò che conta nella vita: gli affetti, la famiglia, i bambini, il tempo gioiosamente speso insieme con chi abbiamo vicino.

Si dice che a Natale, almeno per qualche ora, tutti diventiamo buoni. Significa che ci accorgiamo che ci sono tante persone per le quali e con le quali possiamo fare qualcosa di bene: girano conti correnti con cui offriamo qualche soldo per chi ha bisogno; si organizzano pranzi e feste per chi è ai margini della società; facciamo qualche sorriso in più. E’ bello essere buoni a Natale; può aiutarci ad accorgerci che chi in gennaio si interessa degli stessi diseredati non è un miserabile buonista e che quei fratelli non vanno allontanati, tagliati fuori.

Che festa è il Natale?

Per i cristiani, credenti nel Dio dell’amore, è Dio che è vicino agli uomini, a ciascuno di noi; che, per esserci più vicino possibile, diventa bambino e uomo come noi e ci accompagna nel cammino della vita. E’ il Dio bambino che ci fa guardare con amore ai più piccoli. E’ Gesù salvatore che annuncia e realizza l’amore e la pace.

Per tutti, il Natale è il richiamo a ciò che di meglio è nell’uomo, alla fraternità e al valore sommo della vita umana, con una attenzione particolare al bambino e al debole.

Se hanno questo significato gli auguri di Natale che ci scambiamo sono una festa.

Chi vuole rivolgere i suoi auguri ai lettori può utilizzare il nostro Blog.

1 Commento

Archiviato in Commenti

Buona Pasqua

 

sepolcrovuoto.jpg

Siamo nella settimana santa. E’ tempo di auguri. Ci ricordiamo il significato del “Buona Pasqua” che ci scambiamo. Nella visione cristiana, la Pasqua è la “Domenica di Risurrezione”, ma è insieme il triduo pasquale, quale significato profondo della salvezza e quale significato concreto della vita di ciascuno di noi e di noi come comunità.

IL GIOVEDI’ SANTO. E’ la dichiarazione d’amore più alta del Figlio di Dio a suo Padre e a tutti noi. Gesù, una cosa sola col Padre, ci dichiara il suo amore totale con le sue parole nell’ultima cena e con gesti di sovrumano significato. Ne ricordo alcuni:

– l’istituzione dell’Eucarestia: Gesù resta con noi ed è per noi per sempre; si fa mangiare da noi: segno d’amore infinito;
– Gesù lava i piedi ai suoi amici: ci mostra così che l’amore è servizio concreto;
– Gesù ci dona una famiglia: la Chiesa. Non siamo più soli. Non sempre la famiglia funziona bene, ma resta un caposaldo per vivere. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti