Archivi tag: Alberto Sperotto

Complicazioni nel caso Traforo

 Dicembre 2012. Esplode il caso Andrea Sardelli. Il vice presidente del Consiglio comunale, eletto con la Lega Nord, poi nel gruppo misto per rendere possibile che due leghisti (Luca Zanotto e lo stesso Sardelli) siano oggi Presidente e vicepresidente del Consiglio, diventa anche vice presidente della Mazzi Costruzioni, in rappresentanza del socio di minoranza, parte del gruppo A4Holding (società mista pubblico-privato a cui partecipa anche il Comune di Verona) che gestisce l’autostrada Brescia-Padova, che ha messo a bilancio 54 milioni per il traforo. La stessa impresa di costruzioni è titolare, con altri, di importanti appalti in project financing assegnati dal Comune di Verona tra cui il filobus e il parcheggio dell’ex Gasometro.

Sperotto denuncia il conflitto di interessi per Sardelli: come vicepresidente del Consiglio comunale, dove rappresenta gli interessi dei Veronesi, può influire su attività e appalti pubblici. “Come può decidere con serenità e indipendenza se rappresenta contemporaneamente gli interessi della società privata che a Verona si è aggiudicata molti appalti importanti?”.

Bertucco: “La Mazzi Costruzioni ha vinto appalti per opere comunali importanti, traforo compreso, e Sardelli mai aveva mostrato competenza in materia”. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Traforo Torricelle

Ultime sul traforo delle Torricelle. Un passo in avanti e uno indietro

Febbraio 2012. La gara per assegnare il Passante Nord va deserta: la cordata Technital eseguirà i lavori, senza proposte migliorative e senza un confronto concorrenziale tra più aziende.

Alberto Sperotto (comitato anti traforo): “L’aumento dei costi (da 290 milioni a 1 miliardo), con ulteriore concessione di 150.000 mq per costruire alberghi, parcheggi, fastfood, ristoranti, non ha reso il boccone appetibile. Ora dovrà essere reso pubblico il piano economico finanziario: capiremo in quale modo le società a scopo di lucro Technital, Girpa e Verona Infrastrutture intendono mettere le mani nei nostri portafogli, con il benestare dell’Amministrazione. Chiediamo una commissione di indagine”.

Procuratore Schinaia: “Appena arriva l’esposto avvieremo gli accertamenti”. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Traforo Torricelle

Traforo: aumenti su aumenti

I costi del Passante Nord con traforo delle Torricelle e ponte sull’Adige: aumenti su aumenti. E ce ne saranno altri, consistenti

Per capire la qualità dell’informazione a Verona, nei prossimi mesi in cui, in vista delle elezioni amministrative, ce ne racconteranno di tutti i colori e ci diranno che sono vicine alla realizzazione opere importanti per centinaia e centinaia di milioni, è bene che leggiamo questa lettera scritta a L’Arena da Alberto Sperotto, presidente del Comitato contro il traforo delle Torricelle

Gentile Redazione de L’Arena,

rappresento un Comitato di migliaia di persone. Constato, con amarezza, che L’Arena, il giornale di Verona dal 1866, è allineata con il Palazzo. Sul Passante Nord, “autostrada in città”, cruciale per il nostro futuro, con impatto devastante e irreversibile su territorio, economia e salute dei cittadini, ritengo che “il giornale di Verona” che parla a tutti i cittadini non possa piegarsi alle dichiarazioni dell’Amministrazione senza approfondire, con inchieste, cosa significherà questo progetto senza concederci, in virtù delle migliaia di persone che rappresentiamo, lo spazio che le nostre fondate e verificabili critiche meritano. I dati ci sono: come li troviamo noi, altrettanto può fare un giornalista. Essi hanno portato figure illustri di Verona ad esprimersi in maniera critica: esperti, come l’ordine degli ingegneri, medici, ricercatori, economisti, avvocati, studiosi ed esponenti della cultura veronese. Pretendiamo di essere considerati come cittadini che hanno raccolto 14.000 firme in 40 giorni per una petizione consegnata all’allora sindaco Zanotto e quasi alla vittoria nella battaglia incredibile per il referendum. La nostra è una richiesta cocciuta contro la disinformazione dei cittadini, che li allontana dalla partecipazione. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Riflessioni, Traforo Torricelle

Traforo Torricelle (8): si muove la popolazione

Si muove la popolazione, con la guida di un comitato e del suo presidente Sperotto:

– 18-11-2007: manifestazione cittadina contro il traforo. Presenti: circa 3.000 persone.

– sondaggio nell’autunno 2007: circa 14.000 firme contrarie al traforo.

– sondaggi: uno di L’Arena e uno dell’UDC: in entrambi i contrari al traforo superano il 60%.

– luglio 2007. Indaga lo statistico Dario Lino Olivieri. Conclusione: “Non c’è una maggioranza di favorevoli al traforo. Se si sapesse del pedaggio, anche sul sistema cittadine delle tangenziali e delle autostrade, i ‘no’ aumenterebbero”. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Comune Verona, Riflessioni, Traforo Torricelle

A chi serve l’autostrada delle Torricelle?

A chi serve l’autostrada delle Torricelle?

Ai cittadini o ai politici?

Il 19 aprile del 2009, il “Corriere di Verona” scriveva “Tosi: Technital o tutti a casa”. Il Sindaco minacciava la «fiducia» se le resistenze sul progetto della Technital fossero continuate. Una riunione notturna nell’ufficio del Sindaco, presente un esperto negoziatore come il sottosegretario Aldo Brancher, placa gli animi. Accordo? Pochi giorni dopo Miozzi, in carico ad A.N., è candidato alla presidenza della Provincia, e Giorgietti (A.N.) entra nel Consiglio di Amministrazione della Fiera. Coincidenza? Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Comune Verona