Archivi del giorno: 5 Mag 2019

La componente mite e saggia del popolo deve farsi sentire

Secondo recenti sondaggi, più del 70% degli italiani è favorevole all’UE. La maggioranza di governo però è anti europeista. Gli Italiani sostengono l’Europa e contemporaneamente sostengono il governo più antieuropeista della nostra storia. E’ difficile, in queste condizioni, che gli Italiani possano farsi un’idea chiara di quali siano i benefici, i costi e i rischi di una scelta o dell’altra. Ci sono più vantaggi a considerare l’Europa come un nemico, dal quale guardarsi, oppure come una organizzazione di cui siamo parte integrante e attiva? Il nostro ‘peso’, la possibilità di trarre benefici dalle trattative con i partner, dipende dalla nostra credibilità: dalla nostra capacità di buon governo dell’economia; dalla nostra volontà di impegnarci per il conseguimento degli scopi collettivi europei. Probabilmente agli elettori non sarà presentata una scelta chiara. Gli atti del governo mostrano ogni giorno il suo anti europeismo. Si pensi alla crisi con la Francia, alla Tav, ai progetti per porre fine alla indipendenza di Bankitalia: solo parlarne è una dichiarazione di guerra ai principi costitutivi dell’UE. Gli atti del governo mostrano come il recupero della sovranità nazionale (attraverso l’isolazionismo politico e il protezionismo economico) sia in conflitto con il nostro interesse nazionale. Se dureranno, un passo alla volta ci porteranno fuori dall’Unione. La divisione che conta oggi in Italia e in Europa è tra l’orientamento liberale (favorevole alla società aperta) e un orientamento illiberale (vedi Ungheria). Gli schieramenti tendono a essere estremisti. C’è spazio al centro dello schieramento: si tratta di un’ampia area moderata (di centro sinistra e di centro destra) che non è rappresentata o è mal rappresentata. E’ l’area dove è più intensa l’identificazione con l’Europa. La mancanza di una credibile offerta neo centrista rende debole, e politicamente impotente, questa parte del Paese.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Elezioni europee 2019