Collocazione internazionale: con l’Occidente o con l’Oriente?

18 aprile 1948: il popolo italiano vota e decide la sua collocazione internazionale: l’Italia si ancora all’Occidente, aderisce al Patto Atlantico (1949) ed è coinvolta nel processo di integrazione europea. La larga maggioranza degli Europei (Italiani e Belgi in prima linea) è favorevole all’integrazione europea come strada maestra per la rinascita del Continente, con vantaggi economici per tutti. Le difficoltà intervengono quando l’Europa da realtà economica diventa anche fatto politico, oggetto di dispute e di conflitti. Col passare degli anni la crescente lontananza tra i cittadini e i cosiddetti burocrati europei rende l’Europa poco credibile e poco presentabile. Le elezioni europee del maggio 2019 possono segnare il declino dell’idea stessa di integrazione europea, a favore degli Stati nazionali. Anche molti italiani sembrano mettere in discussione le scelte pro Occidente; probabilmente però non hanno intenzione di guardare verso Oriente (Russia e Cina). Preoccupano le aperture filo russe di Salvini che punta a cancellare le sanzioni economiche contro la Russia, che non rispetta gli accordi sottoscritti e occupa la Crimea e territori dell’Ucraina. Se lo facesse l’Italia? Lo stesso Salvini ha difeso i dazi imposti da Trump “per arginare la prepotenza tedesca”.  Che l’Europa si presenti agli appuntamenti internazionali divisa e che l’Italia appoggi Trump crea sospetti. L’Europa teme che Salvini voglia staccare l’Italia dall’Unione. Di Maio attenua le diffidenziazioni: “La funzione dell’Italia è nell’ambito della NATO, dell’alleanza occidentale. Restiamo però dialoganti con la Russia e i Paesi del Mediterraneo”. Al che Salvini ribadisce: “Al governo mi hanno mandato gli Italiani; a loro rispondo. E non arretro”.

Se il governo italiano punta a statalizzare il più possibile l’economia e a stampare moneta per finanziare le promesse elettorali, vede la prospettiva di rompere con l’Europa e cercare una cuccia più accogliente. Quella russa? L’alleanza tra Italia e il gruppo di Visegrad (Ungheria, Polonia, Slovacchia, Cechia) può apparire una tappa intermedia, verso una ri-collocazione internazionale. Definire la sfiducia dei mercati come congiura dei poteri forti contro l’Italia (Salvini); aprire un contenzioso sull’Europa (Di Maio); entrare in conflitto con Macron (Salvini e Di Maio), sono mosse che sembrano preparare un più ampio congedo. Se le cose vanno male, l’Italia ha pronta la via d’uscita: incolpa l’Europa e la finanza internazionale. Andando avanti così può capitare che una bella mattina scopriamo che siamo usciti dall’euro, con conseguenze disastrose per gli Italiani, per i loro risparmi, per la qualità della vita. Spezzare l’ancoraggio europeo sarebbe il primo passo. Seguirebbero l’allentamento dei legami con la NATO e l’ingresso nell’area di influenza russa, probabilmente senza una preventiva discussione nel Paese. Altre conseguenze riguarderebbero la politica medio orientale: un allineamento anti Israele e stretti legami con l’Iran. Sono discorsi forse lontani. Siamo però in apprensione, con Piero Fassino: “Dall’incontro Orban – Salvini emerge il progetto di una fuoriuscita dell’Italia dall’Unione Europea per riposizionarla in un fronte anti europeo. Alle prossime elezioni europee la contesa sarà tra i Paesi dell’Oriente europeo e chi li teme. Occorre appoggiare chi crede nell’Europa con l’obiettivo di riformarla dall’interno. Gruppi come M5S e Lega vogliono conquistare Bruxelles senza presentare la loro idea di Europa”.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Elezioni europee 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...