Archivi del giorno: 18 marzo 2019

Madornali errori del governo italiano in Europa

Salvini e Di Maio, appena arrivati al governo dell’Italia, hanno aperto le ostilità contro l’Unione Europea in nome del popolo sovrano: “Chi governa deve tener conto delle preferenze dei cittadini, espresse con il voto”. Vero. Ma il rispetto del mandato elettorale non è l’unico dovere di un governo democratico. Occorre anche rispettare la Costituzione, che prescrive il pareggio di bilancio e l’osservanza dei vincoli comunitari. Occorre tutelare l’interesse complessivo e il funzionamento dell’economia, delle istituzioni, della sicurezza collettiva, delle relazioni internazionali. Tra una elezione e l’altra possono sorgere sfide nuove, non previste nei programmi elettorali e nei contratti di coalizione. Chi governa deve considerare la comunità politica nel suo complesso, pensando al lungo periodo, non alle prossime elezioni; deve dar conto delle proprie scelte agli elettori, nel rispetto però dei vincoli dello Stato. L’azione di governo richiede competenza, capacità di diagnosticare i problemi, di rispondere a sfide improvvise e di salvaguardare le condizioni che consentono alla popolazione di crescere nella stabilità sociale e politica. L’attuale legge di bilancio e il conflitto con Bruxelles rischiano di provocare una seria crisi finanziaria e di compromettere i rapporti con i nostri partner e forse la nostra stessa appartenenza all’Unione Europea. Sono allarmati le istituzioni internazionali, i governi europei e l’Italia che produce e risparmia. Insistere con prove di forza e rifiutare ragionevoli compromessi non ha nulla a che vedere con la presunta lotta tra democrazia e mercato, tra popoli e burocrati non eletti. E’ semplicemente una scelta irresponsabile: un madornale errore. L’erogazione di aiuti risponde a logiche elettorali: l’interesse dell’intero può aspettare.  Se il risultato elettorale prevale, è probabile che l’interesse generale sia sacrificato agli interessi di parte. Il rischio è che si scarichi l’enorme debito pubblico su figli e nipoti. Conviene davvero alle parti rappresentate da Di Maio e Salvini? Il governo preferisce vedere illusioni; deve invece misurarsi con i fatti. Assistiamo a politiche gravemente insufficienti.

Giornalista Maurizio Ferrara

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Elezioni europee 2019