Archivi del giorno: 14 maggio 2017

Note di Tito Brunelli:6

Ho dovuto ricredermi

Non si può scappare: questa è la città e questo è il mondo in cui siamo chiamati a vivere da protagonisti. Per i credenti questo è il luogo e il tempo (non ce n’è un altro) in cui incontriamo Gesù morto e risorto. Quando, nel 1992, sono entrato nella politica attiva, ritenevo ovvio che le prospettive dei ‘politici’ fossero il bene della città e i problemi dei cittadini, da coinvolgere come protagonisti del loro presente e del loro futuro. Ho dovuto ricredermi: mai quei ‘politici’ hanno coinvolto i concittadini nella costruzione della città. Di programmi si parlava (poco, male e in termini generici) sulla stampa: poche però le informazioni; quasi nullo il coinvolgimento. I temi erano stranoti, sempre quelli da decenni: in primo piano traforo, filobus, mobilità, inceneritore, interventi urbanistici; saltuariamente, pubblica istruzione, servizi sociali, servizio sanitario, cultura, fondazione Arena, Arsenale, musei, valori di riferimento. Quasi mai sono emerse proposte per affrontare e risolvere urgenze quali il lavoro dei nostri figli e il riconoscimento sociale ed economico delle nostre famiglie, unica certezza a servizio della crescita delle persone, in particolare delle più bisognose. Guardiamo solo il nostro quartiere. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Elezioni comunali 2017, Parere di Tito Brunelli, Riflessioni