Archivi del giorno: 5 Mag 2017

Elezioni comunali dell’11 giugno: Tre riflessioni di Tito Brunelli

Seconda: Il caso Trevisi

In vista delle elezioni  comunali del giugno 2017, si sono messe in moto molte componenti della società veronese: cattolici di varie tendenze politiche, personalità dell’esercito, comitati, liste civiche, esponenti della locale università, centinaia di cittadini. Alcuni mesi fa è accaduto un fatto mai visto a Verona: una risposta corale, di popolo, quando è stato indicato, come candidato sindaco, Gian Paolo Trevisi. Se ne parlava da più di un anno, in particolare dall’agosto 2016. Erano stati coinvolti parecchi cittadini e i maggiori esponenti del PD. Gian Paolo Trevisi oggi dirige la Scuola di Polizia di Peschiera, dopo aver lavorato presso la Questura di Verona con l’incarico di responsabile dell’Ufficio Immigrati. Ovunque ha lasciato segni positivi. E’ scrittore di successo e attore: le sue opere teatrali hanno coinvolti italiani, africani, slavi, persone di ogni dove. All’emergere del suo nome, Verona ha respirato speranza, quasi incredula di una scelta così gradita. Pareva strano che una persona apprezzata e amata potesse diventare Sindaco. Hanno ripreso a brillare e si sono illuminati gli occhi di molti. Mai successo. Mi sono sentito ripetere: “Per altri candidati avremmo potuto votare; per Trevisi ci batteremo con entusiasmo”. “Fare campagna per Trevisi sarà facile. Per lui ci sto; per altri no”. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Elezioni comunali 2017, Parere di Tito Brunelli, Riflessioni