Ex-Arsenale: Il Comune versa più di 10 milioni.

Dove li prende?

Non li prende dalla vendita del Palazzo dl Capitanio, come per anni si è ritenuto e il Comune ha lasciato credere. Quei 12 milioni, destinati all’Arsenale, sono già stati spesi. Qualcuno lo sapeva? Mancheranno anche 10 milioni di AGSM.

Il sindaco Tosi elenca “i lavori più importanti del 2017”: manutenzioni di strade (4 milioni); pista ciclabile lungo i canali Biffis e Camuzzoni (1,8 milioni) e tra Saval e Stadio (1,4 milioni); adeguamenti strutturali di palazzo Nervi e biblioteca civica (1,6 milioni); ristrutturazione dell’asilo notturno “Camploy” (1,3 milioni) e Palasport di San Massimo (2,1 milioni). Variazioni:

– consolidamento di ponte Nuovo (3,3 milioni): restano a carico del 2017 le spese tecniche: 400.000 euro; la spesa vera si rinvia al 2018 (quando Tosi non sarà più sindaco).

– eliminazione delle spese per uno stralcio del Parco dell’Adige, al Saval;

– per restaurare la Torre del Mastio, a Castelvecchio (1,4 milioni) si cercheranno contributi privati.

Il Comune, per recuperare i 14,8 milioni per l’Arsenale, azzera (o posticipa) 37 opere pubbliche già programmate e inserite in bilancio a favore dei quartieri per un totale di 10.050.000. A questi si aggiungono 4,8 milioni provenienti da AGSM con Art bonus.  Il concessionario mette a disposizione 30,5 milioni.  Ecco il misfatto: dal piano triennale dei lavori pubblici l’Amministrazione elimina:

– la nuova sede del Soccorso alpino e speleologico, a Boscomantico (450.000 euro);

– la copertura della Loggia del Mangano, in corte Sgarzerie (200.000 euro);

– la messa a norma dell’asilo “Angeli Custodi” a Quinto (200.000 euro);

– asilo “Il Paese dei colori” – Borgo Santa Croce (300.000 euro);

– scuola primaria “Giuliari” – Borgo Roma (150.000 euro);

– la manutenzione di piazze, strade e marciapiedi nei quartieri (2,1 milioni); adeguamento di marciapiedi e strade (350.000 euro);

– l’eliminazione di barriere architettoniche (200.000 euro);

– interventi su reti fognarie (550.000 euro);

– impianto sportivo “Avesani” – quartiere Pindemonte (200.000 euro);

– nuovo bike sharing (150.000 euro);

– piste ciclabili, tra cui quella prevista tra il Saval e San Zeno e tra Chievo-Saval-Castelvecchio;

– rotatorie tra via Albere e via Mantovana (600.000 euro) e a Madonna di Dossobuono; in Borgo Venezia, all’incrocio tra via Belviglieri e via del Capitel;

– cinta magistrale (500.000 euro);

– manutenzione di edifici scolastici e di aree verdi;

– manutenzione di edifici pubblici (varie centinaia di migliaia di euro in meno);

-segnaletica stradale.

Opere già finanziate che vengono eliminate.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Amministrazione Tosi, Elezioni comunali 2017, Ex Arsenale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...