Nuove gare, antiche polemiche

Dopo la raccolta rifiuti e in attesa del trasporto pubblico, va a gara l’illuminazione pubblica cittadina, da affidare al miglior offerente: probabilmente AGSM Lighting, la società che oggi gestisce il servizio. Parte infatti il bando di gara, con la procedura della finanza di progetto. Base di gara è la proposta AGSM Lighting, dichiarata di pubblico interesse nel dicembre 2015. Sono previste clausole di salvaguardia per il posto di lavoro dei dipendenti di AGSM Lighting.

Tosi: “La procedura darà alla nostra società una maggiore libertà di movimento sul mercato, garantendo la continuità aziendale, grazie al diritto di prelazione del promotore”.

Bozza, assessore all’Economato: “A costi minori degli attuali il Comune potrà contare su migliori prestazioni, con una crescita della qualità della luce, diminuendo l’inquinamento luminoso”.

Continua la polemica: Amministrazione, AGSM e AMIA da una parte; sindacati e minoranze consiliari dall’altra. Al centro delle preoccupazioni è la sorte dei dipendenti delle aziende se si aggiudicherà la gara un privato, magari neppure italiano. A tutela dei lavoratori il bando prevede che “in caso di cambio di gestione, il nuovo gestore avrà l’obbligo di assorbire e utilizzare prioritariamente, nell’espletamento del servizio, i lavoratori che già vi erano adibiti quali dipendenti a tempo indeterminato”.

Bertucco: “I lavoratori confrontano la precarietà della situazione locale

con gli investimenti AMIA-AGSM in Albania: una società apposita, capitalizzata con un milione di euro; nuovi mezzi e una missione di tecnici e lavoratori”.

Miglioranzi: “L’azienda ha stanziato centinaia di migliaia di euro per migliorare i mezzi, ma le cose non si fanno in un battibaleno. Poche settimane fa abbiamo presentato nuovi acquisti ad alta tecnologia, grazie a una partnership con una azienda del settore. Altri sono in arrivo. Occorre pazienza. Rassicuro i consiglieri: non esiste emergenza, ma, come in ogni azienda, i problemi esistono”.

Lascia un commento

Archiviato in AMIA, Amministrazione Tosi, Aziende partecipate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...