Il bilancio di AMIA

Maggio 2015. Il bilancio 2014 di AMIA è approvato all’unanimità. L’utile cala leggermente: da 1.240.000 euro nel 2013 a 1.208.000 nel 2014. E’ aumentato però il margine operativo, dato dal fatturato meno i costi: l’incremento è del 2% rispetto al 2013. Un tale successo economico non è frequente nelle aziende a controllo comunale. Verona è la prima città in Italia in materia di raccolta differenziata rapportata al numero degli abitanti ed è sul podio come Comune riciclone di tappi di sughero: 4 tonnellate.

Miglioranzi: “L’azienda è efficiente. Nessun aumento di spesa per i cittadini. I dipendenti sono 575, contando le 165 nuove assunzioni, di cui 100 a tempo indeterminato. Parco mezzi: sono 48 quelli pesanti e 233 quelli medio piccoli. Novità: mezzi a metano, due nuovi mezzi elettrici, un nuovo mezzo ecocompatibile per la raccolta di tappi di sughero. Raccolta differenziata: su un totale di oltre 134.000 tonnellate di rifiuti raccolte nel 2014, si attesta oltre il 50%, con il 65% di recupero tra rifiuti ed energia. Solo il 35% rimane non recuperato.

A livello internazionale si parla di “modello Verona” per la gestione dei rifiuti.

Abbiamo investito in innovazione. Oggi AMIA si pone sul mercato quale azienda efficiente, in grado di soddisfare le richieste di Comuni, cittadini e aziende private, grazie all’acquisizione dei più sofisticati sistemi di raccolta e trattamento dei rifiuti, urbani e speciali, e all’ampia gamma di servizi che può offrire, unita alla competenza dei propri operatori,

Maurizio Alfeo: “E’ aumentata la vendita di materiali riciclati, come carta e plastica, e anche la valorizzazione del secco che in parte trasformiamo in combustibile. L’obiettivo è venderlo e ridurre la quantità di materiale non riciclabile, da smaltire in discarica. E’ cresciuta la qualità percepita dai cittadini. Attività di primo piano: la raccolta rifiuti attraverso il porta a porta in molte zone della città e il posizionamento di nuovi cassonetti per la raccolta rifiuti. A disposizione dei cittadini c’è il servizio dell’Ecomobile, mezzo itinerante per la raccolta di alcuni rifiuti domestici, presente tutti i giorni nei mercati rionali e nelle frazioni. Infine sono due gli ecocentri per una maggiore raccolta differenziata e per evitare la diffusione sul territorio di discariche abusive”.

Lascia un commento

Archiviato in AMIA, Amministrazione Tosi, Aziende partecipate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...