Archivi del giorno: 27 novembre 2016

Il futuro di AMIA passa da un referendum?

Il Sindaco incarica la direzione AMIA di promuovere un referendum tra i 567 dipendenti, per sondare cosa scelgono tra affidamento diretto e project financing.

Sindacati: “E’ inaccettabile un referendum su un argomento complesso. Manca un regolamento; non è previsto un quorum; non ci sono informazioni per una serena decisione”.

– Bertucco-La Paglia (PD): “Meglio evitare il referendum, senza farlo precedere da un confronto partecipato. Ma Tosi e Toffali evitano il dialogo: per loro il project financing è l’unica via per conservare il lavoro. Neppure citano l’ipotesi dell’affidamento diretto del servizio. Perché tanta chiusura? Per gestire AMIA come “cosa loro”, senza condividere le scelte con i Comuni coinvolti e con il Consiglio comunale di Verona. Le aziende sono proprietà della città, non del Sindaco. I lavoratori vogliono proseguire, fino al 2018, con l’attuale contratto di affidamento diretto”.

Risultati del referendum. Vince l’astensione. Votano 116 dei 567 dipendenti. I favorevoli al project financing sono 64. Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in AMIA, Amministrazione Tosi, Aziende partecipate