Considerazioni finali di Tito Brunelli. (2)

Caccia ai soldi

L’Amministrazione Tosi si è trovata a vivere un tempo difficile sul piano economico: le casse comunali sono vuote. La crisi planetaria non ha concesso scampo. Il sindaco Tosi però ha deciso di presentarsi come il “Sindaco del fare”. In tempi normali, sul piano economico, essere sindaco a Verona è un privilegio. Per merito dell’intelligenza e della lungimiranza di tanti veronesi del passato, la nostra città ha numerose “musine”: molti i soldi da spendere. Basti pensare a

– “Fondazione Cariverona” che investe ogni anno sul nostro territorio parecchie decine di milioni;

– AGSM e, con consistenza molto minore, AGEC, AMIA, ATV. Negli ultimi 10 anni il Comune ha prelevato da AGSM oltre 100 milioni in contanti;

– pacchi di azioni (Fiera) e un patrimonio immobiliare ricchissimo, venduto a man bassa da Tosi;

– un territorio pure venduto dal Sindaco con una accelerata impressionante.

Eppure, nonostante prelievi e vendite, negli anni del sindaco Tosi il bilancio comunale è stato una preoccupazione e le scelte compiute per risanarlo presentano molte negatività.

Puntiamo l’attenzione sull’azienda AGEC.

Nei suoi confronti, la pensata di Tosi è stata micidiale. Il Sindaco ha deciso di vendere le farmacie comunali ad AGEC. L’azienda, per realizzare l’operazione, ha ottenuto un mutuo di 40 milioni, subito trasferito alle casse comunali. Il Comune così ha potuto spendere 40 milioni per il suo bilancio e AGEC ha affrontato il peso di restituire quei soldi a chi li ha prestati. Conseguenza: AGEC, dovendo pagare il mutuo, per 5 anni (si vedrà nel tempo quanto sarà lungo il periodo per la ripresa) non ha avuto i soldi per costruire nuove case popolari e per recuperare le case malandate e in abbandono: il suo compito originario.

Si è recentemente arrivati al paradosso che il Sindaco, nella discussione del bilancio AGEC 2015, se l’è presa con la gestione del presidente Galli Righi, che si è sobbarcato un peso enorme: tenere in piedi AGEC traballante, con forti fratture interne, in una guerra politica sempre più pressante e distruttiva. Ciò che rende incomprensibile quanto avvenuto è che Galli Righi, dopo l’eliminazione del precedente CdA, di cui era presidente, è stato confermato da Tosi nell’incarico nel nuovo CdA. Sono passati pochi mesi. Alla fine del primo mandato, sembrava che Tosi fosse riconoscente a Galli Righi per il servizio prestato. Arriva invece la botta: “Galli Righi, hai sbagliato: non hai ascoltato l’Amministrazione. Devi cambiare rotta”.

Inspiegabile? Verificheremo. Non possiamo dimenticare che Galli Righi in più occasioni si è detto in disaccordo sulla questione farmacie e ha fatto presente che il pagamento del mutuo è stato un disastro per AGEC e ha messo in difficoltà il suo compito primario: dare casa a chi non l’ha.

Poteva il sindaco Tosi far finta di non aver sentito?

Domande d’obbligo:

– chi è il colpevole per quanto AGEC non è stata in grado di fare?

– chi le ha portato via, per anni, i soldi necessari per operare?

– chi ha portato i rapporti tra scuola comunale, AGEC, cittadinanza (famiglie, bambini e insegnanti) e Comune a una desolazione mai vista?

– come si spiega che i lavoratori delle mense scolastiche siano in rotta con l’Amministrazione; che ci sia una così marcata assenza dal lavoro; che sia forte il tasso di malattie tra lavoratori delle mense?

Male fanno questi lavoratori a mostrare disaffezione al loro lavoro e ai bambini veronesi, ma le colpe devono emergere tutte e quelle dell’Amministrazione Tosi sono evidenti e gravi. Ci riferiamo soprattutto alla quasi totale assenza di confronto. Gli errori si pagano. Si paga soprattutto il dialogo insufficiente.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in AGEC, Amministrazione Tosi, Aziende partecipate, Parere di Tito Brunelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...