Terremoto

Aprile 2015. AGEC annuncia che “si conformerà alla sentenza e nominerà una commissione che ripercorra e verifichi l’offerta”. AGEC dovrà rifare la fase finale della selezione e del procedimento amministrativo per la nuova aggiudicazione del servizio mense. Secondo gli accertamenti della Procura, “la commissione di gara ha assegnato i punti in modo arbitrario, in totale assenza di una effettiva valutazione delle offerte”: un “bando truccato”, costato in primo grado la condanna per turbativa d’asta di Tartaglia e soci.

AGEC procederà in tre fasi:

– per 20 giorni il servizio sarà gestito da Serenissima. AGEC indice una gara d’appalto a inviti, finalizzata a scegliere quale ditta si occuperà di gestire il servizio per i 3 mesi che mancano alla fine dell’anno scolastico. Parteciperanno le prime 5 aziende della gara, comprese Serenissima e Vivenda.

– giudicheranno due commissari esterni e un dirigente AGEC.

– dopo l’aggiudicazione del servizio “una nuova commissione riesaminerà gli atti della gara e verificherà eventuali anomalie. Ne faranno parte un professionista milanese, esperto di ristorazione, un perito del Tribunale, un dirigente di AGEC”.

A settembre, con l’inizio dell’anno scolastico, conosceremo il vincitore.

Galli Righi “Il servizio sarà regolarmente erogato con gli stessi standard qualitativi”.

Motta: “Per il momento il servizio sarà effettuato da Serenissima”.

Salvatore Ceraso, presidente del comitato genitori: “Il servizio deve proseguire senza intoppi. Alla luce della sentenza non possiamo nascondere i timori sulle possibili ripercussioni nelle mense”.

Assessore Toffali: “La sentenza è giusta, ma i magistrati non ci possono chiedere di eseguirla immediatamente: la priorità è la continuità del servizio”.

I grillini: “Siamo preoccupati. La mala gestio di AGEC si riflette sulla scarsa qualità del cibo e sulla vita dei dipendenti. Serve un nuovo bando con criteri di qualità. Anche i sindacati sono responsabili della situazione dei dipendenti: hanno avvallato un accordo scellerato. L’obiettivo era indurre i lavoratori a licenziarsi. Una cinquantina si sono licenziati”.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in AGEC, Aziende partecipate, Mense scolastiche

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...