Terza osservazione:Dove sta la politica?

Sta zitta. Fa la solita brutta figura avvicinandoci rapidamente al baratro.

Partiamo dal Partito Democratico. Quando il sindaco Zanotto ha tentato di avviare Ca’del Bue, il PD era con lui: favorevole. Quando ci hanno provato Regione, Comune di Verona (leghisti) e AGSM diventa contrario e applaude i Comitati contro. Quando il Governa italiano ha ventilato l’idea di puntare su un termovalorizzatore nel Veneto tra i dieci impianti strategici di interesse nazionale, la posizione del PD veronese appare ambigua.

Veniamo alla Lega Nord. Atteggiamento uguale e contrario: si oppone al progetto Zanotto; quando Flavio Tosi, allora leghista, sostiene Ca’ del Bue, la Lega Nord è d’accordo, con convinzione; quando Tosi la abbandona, la Lega Nord diventa favorevole alla chiusura dell’impianto.

Se qualche potere dello Stato interviene si tratta dei giudici.

Senza commento!

Il colmo della comica piangente è Paolo Paternoster, segretario della Lega Nord e per anni presidente fidato di AGSM.

A ogni cambio d’aria cambia idea. Per di più dopo aver dato più di 100 milioni di AGSM al Comune ‘amico’, giustificandone le scelte e applaudendole, dopo l’uscita di Tosi dalla Lega Nord, si scandalizza perché l’Amministrazione Tosi toglie ad AGSM una decina di milioni. Lui che ha versato al Comune soldi a palate; lui che ha dato milioni al Verona Hellas; lui, però, che non sa andare incontro alle famiglie e alle persone che, nonostante la buona volontà, non ce la fanno a pagare le bollette.

Proviamo a immaginare un’azienda privata che si comportata come lo Stato, la Regione, il Comune di Verona e AGSM per Ca’ del Bue. Sarebbe uno scandalo, da portare in tribunale. L’azienda uscirebbe dal mercato. Invece per Ca’ dl Bue non succede nulla. Si sono spesi centinaia di milioni? Tanto paghiamo noi cittadini. Discorso uguale per Fondazione Arena, traforo, filobus, aeroporto, … L’Amministrazione spende soldi su soldi e non nasce nulla. Il Sindaco vende palazzi e beni pubblici preziosi; vende azioni della Fiera; vende spazi preziosi del nostro territorio, occupato da centri commerciali. E non succede nulla. Tutti zitti e nessuno sbocco verso il futuro.

E c’è addirittura chi parla bene del sindaco Tosi!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Cà del Bue, Inceneritore, Parere di Tito Brunelli, Urbanistica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...