Archivi del giorno: 28 luglio 2016

Chi non vuole Ca’ del Bue?

Dicembre 2015. Il Partito Democratico dichiara Ca’ del Bue tramontato e chiede che la Regione lo tolga dal Piano rifiuti. “Verificheremo se Tosi e la sua maggioranza voteranno o no a favore della mozione che presenteremo per la sua chiusura, conseguenza dell’impegno congiunto di varie forze politiche ed è un fallimento dell’Amministrazione Tosi: andava abbandonato nel 2008. Sindaco Tosi, ammetti l’errore; non dare la colpa alla Regione; metti una pietra sopra il termovalorizzatore, che non ha mercato: i rifiuti calano; la raccolta differenziata aumenta: l’obiettivo del 76% entro il 2020 regge”.

Il Governo italiano cancella l’ipotesi Ca’ del Bue dall’elenco degli impianti strategici nazionali. “Se il Veneto si ritiene autosufficiente con gli impianti di Padova e Schio, non è obbligato a realizzarlo; se resterà qualche tonnellata di rifiuti da smaltire potrà portarli in Lombardia”.

Bottacin, assessore regionale all’Ambiente: “Basta inceneritori. I rifiuti saranno trattati a Padova e a Schio, ampiamente in grado di rispondere alle esigenze. In alcune aree del Veneto il 76% di raccolta differenziata (entro il 2020) è stato superato. A Treviso siamo oltre l’80%. Abbiamo un surplus di capacità inceneritoria”.

Lega Nord compatta: addio inceneritore.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Cà del Bue, Inceneritore, Urbanistica