Consensi per Dal Moro

Diego Zardini (deputato PD): “Condivido. Il metodo seguito consente l’autoconservazione e la perpetuazione della classe dirigente e crea rigidità nel sistema Gli incarichi pubblici devono avere un termine: 10 anni. La politica veronese si è mostrata debole. Il Governo nazionale ha avviato una riflessione; spingeremo verso il rinnovamento”.

Cinzia Bonfrisco (Centro Destra): “L’autonomia delle Fondazioni bancarie introdotta l’anno scorso è fallita. Biasi non poteva trovare modo peggiore per far finta di uscire di scena. Mazzucco e il suo vice possono segnare una positività per Verona e per la sua vita economica: la cultura che incontra la cultura dell’impresa può fare cose positive”.

Michele Bertucco (PD): “C’è un nuovo presidente, ma a tirare le fila e a decidere rimane Biasi. E’ l’epilogo di una nomina discussa solo sui giornali e mai nell’ambito dell’organismo deputato: il Consiglio generale della Fondazione. Il Sindaco parla di straregie e di fusioni; vuole impegnare Cariverona in tutto il Veneto: temi che è meglio lasciasse a persone competenti”.

Vincenzo D’Arienzo (deputato PD): “In Cariverona esistono tre gruppi: quello legato a Basi, quello che segue Tosi e quello che non gradisce né Biasi né Tosi (per le sue “indebite interferenze) né il nuovo Presidente. C’è chi prevede una spaccatura in tre tronconi del Consiglio generale e chi teme una opposizione interna. Rispetto agli ultimi 22 anni, è una rivoluzione totale. Le fibrillazioni potranno essere forti perché gli insoddisfatti si stanno rafforzando e organizzando.  Vedremo se Mazzucco sarà in grado di trovare nuovi equilibri. Non sarà facile”.

D’Arienzo e Bertucco indicano i temi su cui lo scontro potrebbe esplodere:

Primo. La vendita di azioni Unicredit è “la partita più importante”. L’ipotesi diverrà obbligatoria solo se il titolo della banca risalirà. Ai bassi valori attuali l’obbligo non c’è. C’è tempo fino al 2018”. In assenza di chiarezza, la cosa migliore è mantenere la quota attuale in Unicredit, raggiungendo due certezze: nessuna perdita e maggiori garanzie per un migliaio di veronesi che vi lavorano e per le sedi strategiche presenti.

Sinagra: si cerca un partner finanziario per decidere come spendere i soldi eventualmente incassati con la vendita. Il PD, favorevole a una gestione interna di queste scelte, senza consulenze esterne, chiede se il partner è stato scelto e quali scenari abbia valutato: “Ha studiato solo Banco Popolare o anche Popolare di Vicenza e Veneto Banca?”.

Secondo. “Se si punta su Banco Popolare, siamo sicuri che a Verona, dopo l’aggregazione con Milano, rimarrà qualche presidio significativo? Se si punta su Veneto Banca, quali sarebbero i benefici? A che titolo Verona investirebbe in una banca di Montebelluna? Non sarebbe meglio che i soci di Popolare di Vicenza risolvessero prima i loro guai giudiziari? Non è preferibile acquistare la quota che la banca vicentina detiene in Cattolica Assicurazioni (il 15% del capitale di quest’ultima)? Non è nell’interesse di Verona investire in banche di altre località con un futuro incertissimo. E’ strano che il Presidente pensi, come Tosi, di investire in banche che, dopo la loro quotazione in Borsa, subiranno perdite significative. Non è comprensibile sottrarre riserve a Verona per portarle fuori”.Vicenza e Montebelluna, dopo aver fatto pagare ai soci un conto di 9 miliardi (6 la prima e 3 la seconda) hanno bisogno disperato di soldi. Per recuperarli hanno imboccato la strada di due impegnativi aumenti di capitale e della quotazione in Borsa. Speriamo che non si pensi di liberare titoli e fondi per investirli nelle banche.

Terzo. cosa comporterà per Unicredit la riduzione della partecipazione di Cariverona?

Quarto. Cariverona vuole essere protagonista nella fusione Banco-Bpm. E’ più che giustificato che l’investimento favorisca la permanenza della governance a Verona, anche in ragione della provenienza della maggior parte dei depositi detenuti dal Banco.

Lascia un commento

Archiviato in Cariverona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...