Archivi del giorno: 3 aprile 2016

Consensi per Dal Moro

Diego Zardini (deputato PD): “Condivido. Il metodo seguito consente l’autoconservazione e la perpetuazione della classe dirigente e crea rigidità nel sistema Gli incarichi pubblici devono avere un termine: 10 anni. La politica veronese si è mostrata debole. Il Governo nazionale ha avviato una riflessione; spingeremo verso il rinnovamento”.

Cinzia Bonfrisco (Centro Destra): “L’autonomia delle Fondazioni bancarie introdotta l’anno scorso è fallita. Biasi non poteva trovare modo peggiore per far finta di uscire di scena. Mazzucco e il suo vice possono segnare una positività per Verona e per la sua vita economica: la cultura che incontra la cultura dell’impresa può fare cose positive”.

Michele Bertucco (PD): “C’è un nuovo presidente, ma a tirare le fila e a decidere rimane Biasi. E’ l’epilogo di una nomina discussa solo sui giornali e mai nell’ambito dell’organismo deputato: il Consiglio generale della Fondazione. Il Sindaco parla di straregie e di fusioni; vuole impegnare Cariverona in tutto il Veneto: temi che è meglio lasciasse a persone competenti”.

Vincenzo D’Arienzo (deputato PD): “In Cariverona esistono tre gruppi: quello legato a Basi, quello che segue Tosi e quello che non gradisce né Biasi né Tosi (per le sue “indebite interferenze) né il nuovo Presidente. C’è chi prevede una spaccatura in tre tronconi del Consiglio generale e chi teme una opposizione interna. Rispetto agli ultimi 22 anni, è una rivoluzione totale. Le fibrillazioni potranno essere forti perché gli insoddisfatti si stanno rafforzando e organizzando.  Vedremo se Mazzucco sarà in grado di trovare nuovi equilibri. Non sarà facile”.

D’Arienzo e Bertucco indicano i temi su cui lo scontro potrebbe esplodere: Continua a leggere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Cariverona