Archivi del giorno: 6 gennaio 2016

A Verona la ‘ndrangheta lavora alacremente.

Gli investigatori altrettanto

I sequestri confermano: la ‘ndrangheta ha deciso di mettere su casa anche a Verona; ha deciso anche chi deve esserne il padrone: Nicolino Grande Aracri, ‘capobastone’ di una delle ‘ndrine calabresi più potenti.
L’operazione antimafia “Aemilia” ha accertato passaggi di denaro dai conti della Sime a quelli di Giuseppe Vertinelli. Tra i dipendenti della società figurano Vittorio Amabile, marito della sorella dei Vertinelli e Daniele Bonaccio che, nel maggio 2015, ha acquistato formalmente l’impresa. Egli già in passato deteneva quote della società: “Dopo aver ceduto le quote Sime nel gennaio 2015, è stato assunto da Sime trasformandosi da proprietario in dipendente”. Poi è tornato proprietario.
I pericoli di infiltrazioni della criminalità organizzata nel veronese sono sempre in agguato: gli investimenti che interessano il territorio scaligero fanno gola alle organizzazioni malavitose.
Occorre stare in guardia nei settori dalla politica agli appalti e al gioco d’azzardo: possono sollecitare le organizzazioni criminali, di casa a Verona. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Mafia al Nord, Mafiosi a verona