E’ caccia ai soldi………Privati

Questioni aperte:
– l’Amministrazione Tosi ha un’idea di cosa vuole fare dell’Arsenale o rinuncia ad averla e si affida alle proposte dei privati?
– Chi paga?
Dal marzo 2014 si sa che non arriveranno contributi romani. Ilaria Borletti Buitoni, sottosegretaria ai Beni culturali, a Verona, sottolinea che “se il progetto è condiviso dalle istituzioni interessate; se le regole sono chiare; se si tutela l’identità del bene; se lo si conserva alla fruizione dei cittadini, l’intervento di imprenditori privati va bene”.
Assessore Casali: “Il privato va ‘sfruttato’ per il bene pubblico, all’interno di regole precise”.
Luglio 2014. La sottosegretaria: “L’Arsenale è bellissimo, prezioso e importante, a due passi dal centro, in posizione strategica. Merita di essere recuperato. Oggi la situazione è favorevole grazie al decreto “Art Bonus”, volto a promuovere il mecenatismo. A condizione che Verona sposi la vocazione culturale, non commerciale, dell’Arsenale. Si possono prevedere aree commerciali: la gran parte dei musei ha ristoranti, tavole calde, negozi. L’importante è che siano sussidiari, non prioritari.

Lascia un commento

Archiviato in Amministrazione Tosi, Ex Arsenale, Urbanistica, Verona militare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...