Valutazioni di Tito Brunelli

Terza. C’è un futuro per l’Amministrazione Tosi?

Sul tema ci muoviamo con preoccupazione: è in questione il futuro della nostra città.
Negli ultimi anni abbiamo avuto molte occasioni di dire che il tempo di Flavio Tosi a Verona è finito e che la sua Amministrazione è in condizioni tali per cui non è in grado realizzare più nulla. Oggi ci chiediamo se esiste ancora l’Amministrazione Tosi.
La situazione è di fine impero: ‘amici’ sono diventati nemici; hanno abbandonano il ‘capo’; cercano altre collocazioni e nuovi capi. Il Sindaco resiste e commette molti sbagli. Avrebbe una fine migliore, a Verona, se decidesse di riconoscere che quello che poteva dare ha dato. Può tentare (difficile!) di percorrere altre strade, nella prospettiva di riemergere al momento opportuno.
Lo farà Flavio Tosi? Forse coglie il rischio dello sfruttare fino all’ultimo le attuali possibilità prima di crollare. Ciò che teme di più è dover abbandonare la politica; per questo ha un’esigenza: tenere con sé il maggior numero di fedeli, ricorrendo alle possibilità offerte dal fatto di essere Sindaco, come gli stipendi negli enti pubblici e in Giunta. Ma la gran parte di chi è legato a lui intende continuare a fare politica; non è disponibile a rientrare in una vita normale. Già adesso alcuni ex fedelissimi, come Paolo Paternoster ed Enrico Corsi, sono diventati accaniti nemici di Tosi. Il loro obiettivo è continuare a fare politica attiva.
Domanda fondamentale: quale strada sceglierà il Sindaco per conservare un ruolo nelle prossime elezioni comunali e nella politica nazionale? E’ difficile che, solo coi i suoi, batta la Lega Nord.
– Ha cercato, perciò, di attrarre a sé personaggi collocati altrove, con molti estimatori, che votano. L’esempio tipico è Alberto Bozza: da nemico, diventa assessore allo Sport.
– C’è chi dice che cerca un dialogo, sotterraneo, con il Partito Democratico, nazionale e locale.
– Il Sindaco avrebbe potuto nominare consiglieri nelle aziende pubbliche alcuni dipendenti comunali, che avrebbero svolto il compito con competenza e gratis. Invece ha nominato solo ‘politici’: retribuiti. Alcuni di loro dichiarano con orgoglio che non vengono dalla politica; che non fanno politica. Ma allora cosa fanno in quegli enti? Quali legami si stabiliscono con Flavio Tosi?

 Segni della decadenza dell’Amministrazione Tosi:

– alcuni dirigenti comunali criticano decisioni della Giunta. Chi lo avrebbe detto, anche poco tempo fa, soprattutto di Luciano Ortolani, ma anche di Marco Borghesi e di Maria Sacchettini? Chi avrebbe detto che alcuni dirigenti hanno chiesto di non tener conto, nel Piano economico finanziario del Passante Nord, dei 53 milioni che il Sindaco si aspetta dalla A4?
– Consiglieri comunali di maggioranza, addirittura della Lista Tosi, criticano apertamente le scelte del Sindaco; ad esempio, non votano la “priorità assoluta” dell’Amministrazione: Esselunga di fronte alla Fiera. Nel novembre 2013, per votare quella delibera, anche allora indigesta, è bastata una cena in allegria. Questa volta la cena c’è stata. Basterà?
– Il rapporto con la Regione Veneto diventa problematico, a volte ostile. Una città importante come Verona non può sostenere a lungo questa contrapposizione, visto che i soldi li ha la Regione.
– C’è poi un cappio al collo per l’Amministrazione Tosi: la ‘ndrangheta a Verona. C’è o no? Quasi tutti dicono ‘sì’. Addirittura viene a Verona la Commissione parlamentare antimafia per sollecitare una presa di coscienza della città. Il Sindaco si arrabbia e offende la Presidente della Commissione Rosy Bindi. Non è però in grado di sollevare la città al di sopra di ogni sospetto. Anzi: c’è chi evidenzia i legami tra ‘ndrangheta e Amministrazione sulla base di numerose intercettazioni e di presenze imbarazzanti (Nico.Fer, Soveco, … Giacino, Giorlo, …). Una Amministrazione comunale non può andare avanti con questo cappio al collo. Il fatto che il Sindaco contrasti indagini approfondite, necessarie per escludere la consistenza delle accuse, va contro di lui: “Se non c’è nulla da temere, non c’è motivo di impedire Commissioni di indagine”.
– Non può durare a lungo questa situazione.

Lascia un commento

Archiviato in Commenti, Eredità Tosi, Parere di Tito Brunelli, Riflessioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...