Due batoste capaci di tramortire arrivano dalla Regione Veneto

………in occasione dell’insediamento della seconda Amministrazione Zaia:  Esselunga e project financing
Esselunga,
già presente in corso Milano e in via Fincato, vuole un supermercato di fronte alla Fiera. Ripercorriamo la storia.
Ottobre 2004. Il sindaco Zanotto, con Fondazione Cariverona e Banco Popolare, presenta il Polo Finanziario: una “City” da realizzare sull’area dell’ex Mercato Ortofrutticolo. Progetto travolto e cancellato dal Centro Destra, dalle diffidenze reciproche e dalla crisi economica in avvio.
Maggio 2010. La Giunta Tosi cancella il Polo Finanziario e, in cambio di Palazzo Forti, riacquista da Cariverona l’area, che diventa un park a raso, da 6000 posti auto, per la Fiera.
Nel 2011 il Comune approva il Piano degli Interventi. La “Polo Finanziario spa”, presieduta da Paolo Paternoster, proprietaria dell’area di fronte alla Fiera, utilizzata come park a raso, chiede di valorizzare la sua proprietà trasformando il park in un insediamento commerciale di 8.500 mq. Il Consiglio comunale vota a favore. Sulla delibera però non è specificato che gli 8.500 mq potavano ospitare una “grande struttura di vendita”. Secondo la Giunta si trattò di una svista: era implicito che in 8.500 mq sarebbe sorta una grande struttura di vendita, non un supermercato di quartiere. Alla “svista” si rimediò con una “interpretazione autentica”, votata in Consiglio comunale nel novembre 2013.
Gennaio 2014. Parte dell’area dell’ex Mercato viene venduta a Esselunga per un grande punto vendita, svincolato dalle procedure previste dalla nuova legge regionale sul commercio.
E’ l’ultima delibera del vicesindaco Giacino prima delle dimissioni.
Successivamente la Giunta comunale adotta il Piano urbanistico attuativo (Pua) che consente l’accordo tra Sindaco e vertici di Esselunga. La proposta è presentata dalla Polo Fieristico spa, proprietaria dell’area, che chiede le necessarie modifiche urbanistiche.
Il Comune conclude la pratica a tempi di record e accompagna il via libera con l’annunciata “delibera interpretativa” delle norme urbanistiche. I lavori richiederanno tra i 12 e i 18 mesi. Esselunga ha già preparato il progetto esecutivo dell’opera. Inaugurazione: entro il 2016.
L’impazienza dell’Amministrazione comunale di avviare i lavori è legata ai soldi. Esselunga sborserebbe 27,5 milioni (23 al Comune e 4 alla Fiera), sei dei quali anticipati. I rimanenti 21,5 saranno versati a lavori conclusi.
Ottobre 2014. Il progetto Esselunga passa al setaccio della Provincia per la VIA.

Ma c’è un ‘ma’: in base alla nuova legge regionale sul commercio (2012), il rilascio della licenza per attività commerciali di tale ampiezza spetta alla Regione.


Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Senza Categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...